Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


I fatti del giorno

De Luca querela Ricciardi e racconta la ‘vera storia’ del paziente del video choc del Cardarelli

Pubblicato

il

De Luca,querela,ricciardi,video choc,cardarelli


“Ho dato mandato agli uffici regionali di procedere legalmente contro il consulente del ministro della Salute, il sig. Ricciardi”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Campania, , in un post nel quale spiega quella che definisce “la vera storia del decesso al ”.

 

“Ieri e’ giunto al pronto soccorso del – scrive – gia’ con l’ossigeno da casa, il signor Giuseppe C., di 84 anni. Il , come risulta dalla cartella clinica, era affetto da diabete, ipertensione, aneurisma all’aorta addominale, e gia’ sottoposto in precedenza a intervento di laringectomia. Il , trasferito in OBI, si e’ alzato dalla barella ed e’ andato in bagno. Dopo dieci minuti, l’infermiere, preoccupato del ritardo, e’ andato a verificare e ha trovato l’uomo riverso a terra privo di vita. Quindi si e’ allontanato per prendere la lettiga. In questi minuti, un altro signore, Rosario LM., 30 anni, giunto con mezzi propri al Pronto Soccorso del , ha avuto il coraggio di girare un e di postarlo poi sui social. In serata, lo stesso giovane, contro il parere dei medici, e’ andato via dall’ospedale”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: La primaria del Cardarelli: ‘La sofferenza dei pazienti usata come set per i social’

L’autore del video choc del Cardarelli: ‘Chiedo scusa alla famiglia, volevo aiutarlo’

In riferimento a quanto accaduto, De Luca esprime “la doverosa solidarieta’ alla famiglia del deceduto”, invita “il direttore generale del Cardarelli a esprimere l’apprezzamento per il lavoro straordinario che fanno da sempre, a medici e infermieri di quel pronto soccorso”, ma anche a “denunciare l’esecutore dell’ignobile e con lui quanti, su un episodio che poteva capitare in ogni ospedale del mondo, si sono abbandonati all’ennesima campagna di vergognoso sciacallaggio contro il Cardarelli e la sanita’ campana”.

 

Continua a leggere
Pubblicità

I fatti del giorno

Napoli: interrotta festa abusiva in hotel, 19 persone sanzionate

Pubblicato

il

Napoli,festa abusiva
foto di repertorio

Napoli: interrotta festa abusiva in hotel, 19 persone sanzionate.

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria – Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, sono intervenuti presso una struttura alberghiera di corso Umberto per la segnalazione di una festa con musica ad alto volume e la presenza di numerose persone.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno appreso dall’addetto alla reception che si stava svolgendo una festa privata organizzata da alcuni ragazzi.

In effetti, nell’area comune della struttura, adibita a discoteca, vi erano diversi giovani intenti a ballare, tutti assembrati e privi della mascherina; alcuni di essi si sono allontanati mentre altri 18, napoletani tra i 19 e i 34 anni, sono stati identificati e sanzionati, insieme all’addetto della reception, per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

Continua a leggere

I fatti del giorno

Napoli, il figlio spaccia: la mamma chiama i carabinieri e lo fa arrestare

Pubblicato

il

Napoli,figlio spaccia mamma fa arrestare

Napoli, il figlio spaccia: la mamma chiama i carabinieri e lo fa arrestare.

I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio e minaccia aggravata Gennaro Testa, 36enne di San Giovanni a Teduccio e già noto alle forze dell’ordine.

Ad allertare il 112 la madre, contraria alla sua attività di spaccio. Non era la prima volta che discutevano per questo motivo ma in questa occasione Testa, stufo delle lamentele della donna, l’aveva minacciata puntandole contro un grosso cacciavite.Quando i carabinieri sono arrivati Testa ha provato a liberarsi di un bilancino di precisione, lanciandolo dalla finestra. Nell’abitazione rinvenuti e sequestrati 8 grammi circa di cocaina e 0,59 di hashish, oltre a materiale vario per il confezionamento delle dosi.

In manette, il 36enne è stato rinchiuso in camera di sicurezza in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Le Notizie più lette