Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cava de Tirreni

Sequestri al Comune di Cava dopo concorso truccato

Pubblicato

in



Sequestri al Comune di Cava dopo concorso truccato

 

Scattano i primi sequestri al Comune di Cava de’ Tirreni dopo lo scandalo che ha coinvolto Francesco Sorrentino. A confermarlo è il sindaco Vincenzo Servalli.

“Si è verificata questa perquisizione da parte della Guardia di Finanza che ha sequestrato gli atti del concorso oggetti di indagine. C’è quindi la sospensione, inevitabile, della procedura che era arrivata alla fase preselettiva, le prove non erano ancora state corrette. Noi siamo fortemente fiduciosi nell’azione della magistratura. Vale, per altro verso, una presunzione di innocenza e sono certo che il dottor Sorrentino saprà spiegare i fatti che gli vengono contestati”. Sorrentino, dirigente del comune di Cava de’ Tirreni, è finito alcuni giorni fa nel mirino dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno per aver condizionato l’esito di concorsi pubblici.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Cava de Tirreni

Individuato a Cava il ladro seriale notturno dei distributori e del sexy shop

Pubblicato

in

ischia aggredisce agenti

A Cava de’Tirreni la polizia ha individuato il ladro seriale notturno dei distributori e del sexy shop.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno deferito all’Autorità Giudiziaria, F.G., di anni 42, per furto con scasso, originario dell’agro-nocerino pregiudicato per reati contro il patrimonio.

La Sezione Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, ha svolto una tempestiva attività d’indagine dopo che, nei giorni scorsi, si erano registrati episodi di furto alle casse di alcuni distributori automatici di cibi e bevande e di un sexy shop h24 a Cava de’ Tirreni, dislocati in vari punti della città.

Per le modalità utilizzate e la collocazione oraria notturna dei furti, gli agenti, anche grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza degli esercizi presi di mira, sono risaliti all’identità del ladro seriale, benché lo stesso avesse tentato di rendersi irriconoscibile indossando un cappellino con visiera.

Dopo il certosino lavoro degli operatori della Polizia Scientifica del Commissariato per l’elaborazione dei fotogrammi, in particolare di un tatuaggio sull’avambraccio dell’autore dei furti, i poliziotti hanno accertato l’identità dell’uomo individuato che è risultato essere lo stesso che aveva compiuto le diverse azioni criminose nel giro di pochi giorni in città. Sono ancora in corso attive indagini per individuare eventuali complici nei furti.

Continua a leggere

Le Notizie più lette