Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Salerno e Provincia

Rifiuti: sigilli ad un’azienda di Battipaglia

Pubblicato

il

rifiuti sigilli battipaglia


Durante un ordinario servizio di controllo del territorio, nei giorni scorsi, la Guardia di Finanza di Salerno ha scoperto l’ennesimo caso di smaltimento illecito dei rifiuti.
Nel mirino dei Finanzieri, stavolta, una nota società di produzione di calcestruzzo di Battipaglia (SA), al confine con il territorio del Comune di Pontecagnano (SA).
L’attenzione delle Fiamme Gialle della 1a Compagnia era stata attirata dalla presenza di sedimi fangosi che affioravano dalle acque del fiume Tusciano, il quale sfocia nel Golfo di Salerno, dopo aver attraversato l’area naturale protetta del Parco Regionale dei Monti Picentini.
Nel ripercorrere le tracce di quei sedimenti, i militari sono giunti a ridosso della sede dell’impianto di betonaggio dell’impresa, con una superficie di oltre 12.000 mq, tutti ricadenti nella zona di interesse paesaggistico.
Nel corso della successiva ispezione, è emersa l’esistenza di una vera e propria discarica “a cielo aperto”: scarti merceologici più disparati, ma anche rifiuti speciali, tra cui rocce di scavo, inerti di origine edilizia, placche di cemento, residui di manto stradale, materiali ferrosi e parti di macchinari arrugginiti, depositati in modo incontrollato sul suolo, ad appena 10 metri dall’alveo del fiume.
A monte dell’impianto sorgeva inoltre una vasta area – di circa 3.000 mq – che, ancorché destinata alla produzione del cemento, mediante l’immissione del granulato nel vagliatore, era stata adibita a rimessa di diversi materiali e, in quel momento, era quasi interamente occupata da breccia e sabbia.

Se a ciò si aggiunge l’assenza di un sistema di regimentazione delle acque del piazzale, sul quale venivano sistematicamente ammassati i rifiuti e avevano luogo le operazioni di carico e scarico degli inerti, si deduce facilmente la portata del danno generato. Seguendo la naturale pendenza del terreno, infatti, i reflui raggiungevano il vicino argine, trascinando fanghi, sedimenti e polveri che, a causa del mancato funzionamento del macchinario per l’irrigazione a pioggia, erano soggette a volatilità e dispersione.
All’atto del controllo, l’imprenditore non è stato ovviamente in grado di esibire alcuna abilitazione all’esercizio della propria attività, che mai gli sarebbe stata concessa, in quell’area soggetta al vincolo paesaggistico.
Per impedire il protrarsi della condotta illecita, i Finanzieri hanno sottoposto a sequestro l’azienda e tutta l’area utilizzata per lo smaltimento illecito, con una superficie che supera i 13.000 mq.
L’arresto fino ad un anno e l’ammenda fino a 26 mila euro sono le sanzioni penali per le gravi violazioni alla normativa in materia ambientale di cui potrà essere chiamato ora a rispondere il responsabile, denunciato alla Procura della Repubblica di Salerno.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Elezioni Comunali: a Salerno, 4 liste con candidato sindaco M5S

Pubblicato

il

salerno candidato sindaco m5s

Sono gia’ pronte quattro liste che si misureranno alle elezioni amministrative di Salerno della primavera del prossimo anno con il candidato sindaco del Movimento Cinquestelle. I nomi dei componenti, al momento, restano top secret, ma non si esclude che il candidato sindaco possa essere un parlamentare pentastellato. Il Movimento prova a giocare d’anticipo con programmi gia’ predisposti per strappare la guida del capoluogo di provincia campano, considerato fortino del governatore Vincenzo De Luca, alla coalizione di centrosinistra e all’attuale sindaco Vincenzo Napoli che, nei giorni scorsi, non ha escluso una propria ricandidatura. Accanto alla lista del Movimento, che comprendera’ attivisti e persone che hanno gia’ fatto un percorso al suo interno, nella coalizione grillina, ce ne sono altre tre che hanno raggiunto gia’ un numero minimo di candidati: Liberiamo Salerno, Salerno Bene Comune e Salerno 4.0. E sono state presentate, stamane, nel corso di una conferenza stampa online dai portavoce Angelo Tofalo, Nicola Provenza e Andrea Cioffi. “Sono emozionato – dice il sottosegretario Tofalo – perche’, per dieci anni, il Movimento Cinque Stelle, per le sue regolette, era costretto ad andare da solo e, spesso, avevamo richieste di persone che volevano metterci la faccia, volevano partecipare, ma i posti erano limitati. Ora, da mesi, abbiamo cercato di aggregare sempre piu’ persone su battaglie civiche e su tante altre progettualita’”.

Quanto alle liste, spiega che Salerno 4.0, al suo interno, “vede insieme societa’ civile, tecnici, professionisti, qualche docente, imprenditori del tessuto salernitano”; in Liberiamo Salerno “ci sono persone che erano li’ ad attendere qualcosa di nuovo, che avevano voglia di partecipare e che, magari, non avevano avuto mai il coraggio di metterci la faccia, e oggi stanno emergendo”; Salerno Bene Comune, invece, “e’ quella lista che caratterizza un percorso di chi ha fatto battaglie sul territorio per l’acqua pubblica, mobilita’, eccetera”. “L’obiettivo – rimarca il componente dell’Esecutivo – e’ uscire da una narrativa stanca e obsoleta che ascoltiamo da oltre vent’anni a Salerno e far capire che c’e’ la possibilita’ di realizzare concretamente un progetto nuovo”. Le amministrative di Salerno saranno un momento di “rinascita e di cambio di registro importante”, dice. Per Provenza, “c’e’ la possibilita’ che il M5s possa creare le condizioni, questa volta a Salerno, per un patto civico ampio, largo che possa tenere dentro tutte le forze salernitane che vogliano mirare a degli obiettivi”. Ricordando la campagna elettorale del 2011 che “fu entusiasmante”, Cioffi sottolinea che “dopo dieci anni abbiamo ancora quell’entusiasmo di volere provare ad avere un qualcosa che non sia l’uomo solo al comando che e’ antitetico rispetto alla concezione mentale, culturale, programmatica del Movimento Cinque Stelle”.

Continua a leggere

Coronavirus

Covid, lutto cittadino oggi a Nocera Inferiore per la morte della giovane avvocato

Pubblicato

il

covid nocera
Foto dal profilo facebook

Il sindaco Manlio Torquato ha deciso la giornata di lutto, per la gravità e la straordinarietà del lutto che ha colpito la città di Nocera Inferiore e per i sentimenti di partecipazione e affetto che hanno mosso a commozione l’intera cittadinanza.

“L’emblematicità e la rilevanza pubblica, infine, della prematura scomparsa, avvenuta nel pieno ed anche a causa della eccezionale emergenza epidemiologica sviluppatasi in Italia e nel mondo, che altre vite ha già sottratto alla nostra comunità; l’aver infine, questo lutto, sottratto Nocera, in un unico freddo abbraccio, la vita di Veronica e quella che portava in grembo; muovono l’intera amministrazione, a dichiarare per la giornata di oggi sabato lutto cittadino per commemorare la cara Veronica Stile Stanzione” scrive il sindaco.

Continua a leggere

Le Notizie più lette