Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


I fatti del giorno

Coronavirus, a Scafati assessore ricoverato: il sindaco chiude il Comune

Pubblicato

in

comune di scafati


Il sindaco di Scafati, , ha disposto per la giornata di domani la chiusura di tutti gli uffici comunali e di tutte le strutture sportive comunali presenti sul territorio.

 

La decisione si e’ resa necessaria per consentire le attivita’ di sanificazione in seguito alla positivita’ al Covid-19 di un membro della giunta scafatese. Il comando di Polizia garantirà tutte le attività esterne di pattugliamento. L’assessore in questione da qualche giorno è ricoverato in ospedale al Mauro Scarlato, covid center per la provincia di Salerno. Molte persone che hanno avuto contatti con il politico compreso i suoi familiari sono in auto isolamento e sono in attesa di tampone. In settimana c’è stato anche un consiglio comunale e il politico positivo ha partecipato ad alcune riunioni di partito qualche giorno prima di scoprire di essere contagiato.

Intanto il sindaco in serata ha diffuso il suo consueto messaggio sulla pagina istituzionale facebook: “Oggi abbiamo 1 solo caso positivo e siamo anche in attesa dell’esito di alcuni tamponi di controllo per nostri concittadini in via di guarigione. Ciò non deve assolutamente farci mollare perché, solo continuando con le opportune cautele, riusciremo ad abbassare la curva dei contagi nella nostra città. Mi aspetto da voi anche questa settimana collaborazione e senso di responsabilità e vi garantisco che le istituzioni insieme alla polizia municipale, guardia di finanza e carabinieri (che ringrazio di cuore) faranno la loro parte”. Ha spiegato .

E poi ha aggiunto: “Vi prometto che, anche questa volta, ne usciremo nel migliore dei modi, insieme. Sto monitorando con attenzione l’ evolversi della situazione scafatese e voglio tranquillizzare tutti i genitori e gli alunni che, laddove la situazione lo richiedesse, non esiterò a prendere ulteriori provvedimenti restrittivi. Dobbiamo tentare però di contenere il virus senza danneggiare il commercio, le attività produttive, la cultura e la formazione dei nostri figli, il nostro tessuto sociale già duramente messo alla prova dalla pandemia”.
!

Continua a leggere
Pubblicità

I fatti del giorno

Rissa sfiorata al Cardarelli, donna inveisce contro i medici

Pubblicato

in

rissa sfiorata cardarelli

Rissa sfiorata al Cardarelli, donna inveisce contro i medici per aver dimesso la madre che si è risentita male. La direzione risponde a Borrelli: “Paziente ha rifiutato il ricovero. Violenza non è mai giustificabile”.

 

“Ha fatto il giro del web un video dal Cardarelli dove una donna, armatasi di una palina divisoria, inveisce aggressivamente contro i medici di turno. La signora, a quanto pare, era infuriata perché avrebbero dimesso la madre che, poco dopo, si sarebbe sentita male nuovamente. In tantissimi ci hanno girato questo filmato. Per questo abbiamo deciso di scrivere alla direzione sanitaria del Cardarelli per avere spiegazioni e capire con precisione quanto fosse successo. Ci hanno spiegato che la donna era giunta al pronto soccorso il 26 ottobre. Avrebbe lei stessa rifiutato il ricovero contro il parere dei medici, per poi ripresentarsi la mattina del 27 ottobre.

Attualmente risulta sotto osservazione, in buone condizioni e dalla relazione inviataci non avrebbe avuto infarti. La violenza in ogni non è mai giustificabile. I medici vanno tutelati, sono lì per salvare vite, non per essere aggrediti. Se poi qualcuno sbaglia va denunciato alle autorità competenti”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

Continua a leggere

I fatti del giorno

Studenti bendati al Liceo di Scafati, Borrelli chiede l’intervento dell’assessore regionale

Pubblicato

in

studenti bendati liceo scafati

Didattica a distanza, studenti ‘bendati’ per interrogazione in un liceo di Scafati. Borrelli (Europa Verde): “Chiesto spiegazioni alla scuola e presentata interrogazione all’assessore Fortini”.

“Studenti bendati in videoconferenza per l’interrogazione per evitare che possano sbirciare dal libro o dagli appunti. E’ questa la segnalazione che ci è arrivata da diversi genitori degli alunni di un liceo di Scafati (riportata ieri in anteprima dal nostro sito cronachedellacampania.it ndr), fortemente critici con una pratica ritenuta di pessimo gusto e poco formativa per i ragazzi. Non è un momento facile sicuramente né per gli studenti né per gli insegnanti. Proprio per questo, forse, è il caso di utilizzare sempre delicatezza e comprensione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Le follie della Dad: al liceo di Scafati gli studenti si interrogano bendati

Bendare gli studenti è sicuramente un metodo non ortodosso, per questo abbiamo scritto alla scuola per chiedere spiegazioni e capire come sia potuto accadere. Ci saranno sicuramente altri metodi per evitare che i ragazzi, durante un’interrogazione, sbricino dal libro. Abbiamo inoltre presentato un’interrogazione all’assessore regionale per la Pubblica Istruzione, Lucia Fortini, per capire come sia potuto avvenire ciò e per chiedere di verificare se questo accade anche in altri istituti”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, sollecitato da diversi genitori.

Continua a leggere

Le Notizie più lette