Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Dalla Rete

RogiosiPlus, il canale web di intrattenimento di Rogiosi Editore, parte con Lello Esposito

Pubblicato

in




“Una passeggiata con”: parte la prima produzione RogiosiPlus, il canale web di ideato da . Protagonista della puntata inaugurale l’artista Lello Esposito

 

 

Si inaugurerà venerdì 25 settembre RogiosiPlus, il canale web di legato alla casa editrice . La piattaforma di video streaming proporrà agli utenti contenuti di qualità divisi nelle categorie Film, Cortometraggi, Documentari, Acoustic Live, Interviste, Live Show e Serie TV.

La prima produzione sarà “Una passeggiata con”, un viaggio nella vita e nei luoghi di grandi personalità artistiche e professionali del nostro tempo. Ad accompagnare gli utenti in questo viaggio ci sarà Noemi De Falco, conduttrice e speaker radiofonica.

“Una passeggiata con” si articolerà in sei puntate e arricchirà la sezione Interviste. Il primo episodio racconterà un viaggio emozionante e profondo nella storia e nei luoghi di Lello Esposito, l’artista napoletano di fama internazionale che è già diventato un culto per le sue creazioni.

La messa in onda della serie sulla piattaforma sarà anticipata da una puntata speciale incentrata sulla storia e i luoghi di Amedeo Manzo, Presidente della BCC di Napoli, intervistato dall’editore e direttore di RogiosiPlus, Rosario Bianco. Questo episodio extra andrà in onda mercoledì 23 settembre sulle pagine Facebook e L’Espresso Napoletano.

“Una passeggiata con” rappresenta solo l’inizio dell’avventura RogiosiPlus. Sono già in previsione, infatti, nuove produzioni per aggiungere contenuti video in tutte le categorie, nel rispetto di una mission che si evince perfettamente dallo slogan del canale di : c’è sempre qualcosa in più da raccontare.

Pubblicità

Dalla Rete

TikTok ha ancora paura (e fa bene) del ban di Trump e attiva le notifiche per i creator

Pubblicato

in

Gli ultimi mesi per la piattaforma cinese Tik Tok sono stati molto pesanti anche in termini di immagine e affidabilità internazionale a causa del possibile “ban” del Presidente Trump in merito alla sicurezza USA

La paura fa 90 ed è proprio azzeccato il proverbio visto che Tik Tok,la piattaforma “social” del momento, ha molta paura delle ripercussioni del “ban” che vorrebbe imporre il Presidente USa Trump per salvaguardare la sicurezza degli Stati Uniti (e non solo).
In effetti il problema sollevato da Trump c’è e si è visto anche nel nostro Paese quando qualche settimana fa ci sono stati casi di censura di hashtag  legati al mondo LGBT e non solo.

Forse proprio per scongiurare un aumento della pressione internazionale la società cinese ha introdotto un’apprezzabile sistema di notifica che consente ai Creator di aver chiaro sin da subito il motivo per cui un loro contenuto è stato rimosso dalla piattaforma social cinese.

Questa la dichiarazione ufficiale :

Negli ultimi mesi, abbiamo sperimentato un nuovo sistema di notifica per offrire ai creativi maggiore chiarezza sulle rimozioni di contenuti. I nostri obiettivi sono migliorare la trasparenza e l’istruzione sulle nostre Linee guida della community per ridurre i malintesi sui contenuti sulla nostra piattaforma e i risultati sono stati promettenti.

In sintesi:

  • l’utente verrà informato su quale norma è stata violata citandola direttamente nella comunicazione
  • sarà sempre possibile presentare ricorso contro la rimozione di un video
  • in certi casi, TikTok fornirà indicazioni di supporto su dove trovare informazioni ed eventuale aiuto

Sono da apprezzare gli sforzi di TikTok di mostrare alla comunità internazionale quanto la società cinese tiene alla sicurezza e alla privacy degli utenti anche se rimane da migliorare e di molto in che modo il loro algoritmo mostra  video che non offrono nulla di interessante al pubblico ma che anzi spesso inneggiano a comportamenti non propriamente corretti.

 

Continua a leggere

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette