Napoli, rave-party abusivo bloccato dalla polizia a San Giovanni

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, rave-party abusivo bloccato dalla polizia a San Giovanni a Teduccio.

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti in via Detta Innominata dove nella notte, secondo quanto diffuso attraverso alcuni canali social, si sarebbe dovuto svolgere un rave-party.
I poliziotti, all’interno di un’area privata a cielo aperto, hanno bloccato un giovane che si stava allontanando in sella a un ciclomotore e che, poco prima, aveva allestito una postazione per una consolle musicale con un impianto elettrico; poco dopo, sono stati fermati altri due giovani, il deejay e l’organizzatore dell’evento, che stavano trasportando altri cavi, mixer, casse acustiche e diverso materiale musicale.

Gli agenti, dopo essersi accertati che all’interno dell’area non vi fossero altre persone, ne hanno affidato la custodia alla ditta preposta alla vigilanza.
I tre uomini, due 19enni e un 24enne, sono stati denunciati per invasione di terreni e tutta l’attrezzatura è stata sequestrata; inoltre, il conducente del ciclomotore è stato sanzionato per guida senza patente.






LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE