Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Azzolina in tv: ‘A ottobre i concorsi nella scuola’

Pubblicato

in

azzolina


“Di concorsi negli anni se ne sono fatti pochi. Si sono creati molti precari: ora abbiamo un Governo che vuole puntare sulla qualità della scuola. A ottobre i concorsi si faranno, sono tre in tutto. Si sarebbero dovuti fare questa estate, c’e’ stato un accordo di maggioranza”. Lo ha affermato , ministro dell’Istruzione, ieri sera durante “Cartabianca” in onda su RaiTre sui concorsi per i docenti.

 

“Per quanto riguarda gli insegnanti di sostegno abbiamo dato priorità assoluta rispetto alle nomine. Ora per ora stiamo nominando i supplenti: solo oggi sono 25 mila quelli nominati, sinora ne abbiamo nominati 70 mila, domani ci saranno altre convocazioni, per il 24 avremo i docenti in cattedra. In passato i supplenti arrivavano a ottobre in classe, con graduatorie cartacee. Una parte di questa procedura ora e’ digitalizzata: sono giunte 1 milione e 900 mila domande”. Ha spiegato ancora la ministra.

E poi ha aggiunto: “Quella della misurazione della temperatura a casa “è una indicazione molto ponderata da parte del ministero della salute e del Cts. Un bambino che ha la febbre ed è malato ha molto più senso che resti a casa. La decisione era stata condivisa da tutti. Abbiamo previsto degli incentivi per mamme e papà se dovessero restare a casa con i figli. Non vogliamo far sentire sole le famiglie, è un anno complesso. Ma non e’ detto che se un bambino risultasse positivo, necessariamente tutta la classe debba andare in quarantena”.

“Il bilancio dopo l’apertura delle scuole e’ positivo, siamo molto soddisfatti e’ un anno complesso ma la preoccupazione e le ansie si sono trasformate in grande emozione. Anche io mio sono emozionata, ho rivissuto le ultime settimane, ho ripensato al periodo del lockdown e al lavoro fatto in questi mesi. Senza l’istruzione muore il paese”.

“Arcuri sta facendo un grande lavoro e sui banchi stiamo recuperando in due mesi un ritardo che dura da vent’anni. Io ho insegnato nelle scuole per dieci anni e so bene quali arredi c’erano. C’era bisogno di questi banchi, chiedo solo un po’ di pazienza”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, lieve calo dei contagi in Italia: oggi 1766 nuovi casi

Pubblicato

in

coronavirus nuovi casi italia

Coronavirus, lieve calo dei contagi in Italia: oggi 1766 nuovi casi.

Nuovi casi di coronavirus in Italia in lieve calo: 1.766 i contagi delle ultime 24 ore, contro i 1.869 registrati ieri. In calo in Italia i nuovi positivi ma a fronte di un minor numero di tamponi effettuati, 87.714, circa 20mila in meno di ieri. Le vittime sono 17 cosi’ come il giorno precedente.
Sono 49.618 gli attualmente positivi al coronavirus, 1.025 in piu’ rispetto a ieri. I dimessi e guariti sono 224.417, in aumento di 724 unita’. I pazienti in terapia intensiva sono 7 in piu’ per un totale di 254. I ricoverati con sintomi salgono a 2.846 (+100), le persone in isolamento domiciliare sono ora 46.518 (+918). Tra le regioni con nuovi casi in testa la Campania con 245, poi la Lombardia 216, quindi il Lazio 181, spicca la Sardegna che ne fa registrare 139 in piu’.

Continua a leggere



Attualità

Manifestazione degli animalisti non autorizzata in Penisola Sorrentina: due misure cautelari

Pubblicato

in

Manifestazione degli animalisti non autorizzata in Penisola Sorrentina: due misure cautelari.

 

All’esito di un’ attività d’indagine condotta dal Commissariato di Sorrento, il G.I.P. del Tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emesso un’ordinanza applicativa della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei confronti di E.R., 30enne di Trapani, e S.F, 58enne romano, indagati per manifestazione non preavvisata, radunata sediziosa, tentata violenza privata, violenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale e istigazione a commettere reati.

Gli stessi, attraverso i canali social, hanno promosso e organizzato a Sant’Agnello il 27 settembre 2019 una manifestazione pubblica degli animalisti non preavvisata in cui hanno istigato i partecipanti, circa 150 persone, allo scontro fisico con la Polizia attuando, altresì, un blocco stradale che ha paralizzato la circolazione della penisola sorrentina per oltre 90 minuti. Analogamente, il 2 ottobre 2019 i due uomini, in un’altra manifestazione non preavvisata a Sant’Agnello, sempre da loro organizzata via social network, provocavano ulteriori turbative dell’ordine pubblico.
L’attività investigativa, che è stata condotta anche attraverso l’analisi del materiale “postato” dai partecipanti su taluni social network, ha consentito di ricostruire le dinamiche degli eventi e permesso l’identificazione dei due uomini nonché di molti manifestanti.

Il provvedimento è stato eseguito con la collaborazione della Digos della Questura di Trapani e del Commissariato Aurelio della Questura di Roma.

Continua a leggere



Le Notizie più lette