cardarelli nonno mario


Cardarelli, così Nonno Mario, operato di tumore durante il lockdown, è tornato dalla sua nipotina.

 

Un mese lontano dalla sua nipotina, a lottare contro un tumore al pancreas. A salvare la vita di Mario, nonno a tempo pieno prima della malattia, è stata l’equipe guidata dal professor Carlo Molino, direttore dell’Unitá operativa complessa di Chirurgia Generale I e Chirurgia del pancreas del Cardarelli di . Un centro d’eccellenza e un polo d’attrazione per tutto il Sud Italia. E quella di Mario è una storia che offre speranza anche a pazienti che hanno ricevuto una diagnosi che suona come una sentenza. Colpito già da mieloma multiplo, se non fosse stato operato, l’uomo avrebbe avuto al massimo sei mesi di vita.

«Stava male da tempo – racconta la figlia Elisabetta – dimagriva e non si capiva il perché. Poi una tac ha mostrato che c’era qualcosa che non andava al pancreas». Dubbi, ansie, fino alla diagnosi di tumore, arrivata solo dopo il trasferimento al Cardarelli di . «È purtroppo una diagnosi infausta – spiega il professor Carlo Molino – perché solo il 20% dei casi è operabile. Spesso, inoltre, la diagnosi arriva tardi perché il pancreas è in una zona centrale e profonda dell’addome e dà segnali quanto oramai è in stato avanzato».

Per Mario la fortuna è stata quella di incontrare sulla sua strada il professor Molino e di approdare quindi in quello che di fatto è il Centro di riferimento per la chirurgia del pancreas di tutta l’Italia Meridionale, fra i pochissimi riconosciti dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas).
Al suo fianco una figlia dalla volontà incrollabile e l’affetto di un intero reparto. «Siamo andati avanti un passo alla volta – spiega Molino- anche se abbiamo dovuto combattere contro un carcinoma molto aggressivo, per fortuna era senza metastasi e operabile». Mario è stato ricoverato lo scorso 19 marzo, in piena emergenza coronavirus, quando il lockdown costringeva tutti a casa, ma non quei medici chiamati ad interventi straordinari per cambiare un destino all’apparenza segnato. Operazioni realizzate in tutta sicurezza grazie ai protocolli anti contagio messi in campo dalla direzione generale dell’Azienda ospedaliera.

LEGGI ANCHE  A Caserta i certificati dell’anagrafe potranno essere richiesti nelle edicola

«Prendevo il pullman al mattino, alle sette, da Nocera a , compilavo le autocertificazioni, facevo un lungo viaggio – ricorda Elisabetta -. Restavo all’esterno dell’ospedale, dove chiaramente non si poteva entrare. Erano i medici e gli infermieri a darmi continue notizie sulle condizioni di mio padre. Poi via, pronta a rientrare a casa. E così tutti i giorni, ma con la gioia della speranza che ci ha regalato il professor Molino».

Il giorno più difficile è stato chiaramente quello di un’operazione durata quasi 8 ore. Nel caso di Mario, che in nessun altro centro era stato reputato operabile, si è proceduto con un intervento di resezione chirurgica radicale. «Quella del pancreas – prosegue Molino – è una neoplasia in crescita per incidenza, con una riduzione dell’età media: in un anno vediamo tra i 200 e i 300 casi di cui il 75% non è operabile». Per questo è essenziale avere un team multidisciplinare che possa gestire al meglio la malattia. Sono in aumento, fa sapere Molino, anche i casi di pazienti che arrivano da fuori regione per operarsi, soprattutto dalla Sicilia. Al Cardarelli, dal 2102, unico centro nel Mezzogiorno, si interviene nei casi insperabili e non metastatici con una tecnica ablativa definita “elettroporazione irreversibile”.

LEGGI ANCHE  Superenalotto, nessun 6 ne 5+. Realizzati sei 5 da 40mila euro. LE QUOTE

Semplificando, si distruggono le cellule tumorali che vengono sostituite da tessuto cicatriziale». Al Cardarelli è stato anche effettuato il primo trapianto, nel Centro-Sud, di cellule Langherans, deputate al controllo della glicemia. «Le preleviamo al paziente stesso prima di operarlo e dopo vengono reintrodotte. «Garantire ai pazienti le tecniche chirurgiche e le tecnologie più avanzate è tra le nostre priorità – spiegano il direttore generale Giuseppe Longo e il direttore sanitario Giuseppe Russo. «Storie come questa ci aiutano a capire che andiamo nella direzione giusta e ci conforta sapere che quanti si ammalano possono trovare in regione una riposta di altissimo livello, cancellando così lunghi e costosi viaggi verso altre regioni».

Grazie a queste eccellenze ora Mario sta bene. Dopo un breve periodo in terapia intensiva, è stato trasferito in reparto dove il personale gli ha dato un telefono per chiamare casa, per sentire la voce di sua nipote. Oggi è a casa. «Miriam è stata felicissima, ha sentito molto la mancanze del nonno», sottolinea la mamma. Miriam ha scritto una letterina per il nonno e a fare da postina è stata Elisabetta.
«Portavo il cambio dei vestiti a mio padre e nella busta che consegnavo agli infermieri ho messo la letterina – aggiunge – mi hanno detto che papà ha pianto dalla gioia quando l’ha avuta». Il prossimo controllo medico, per Mario, è a settembre, ha davanti l’estate per recuperare il tempo perduto e stare con Miriam e la sua famiglia. «Ringrazio di aver incontrato medici eccezionali – fa sapere Elisabetta -. Hanno operato mio padre, nonostante le difficoltà, e sono riusciti a farlo tornare da noi».



Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Scandalo mascherine, arrestati l’ex re degli stampatori e 2 imprenditori: indagato ex ministro

Ai domiciliari Andelko Aleksic, Domenico Romeo e Vittorio Farina ex socio di Bisignani e tra i finanziatori della fondazione Open...
Leggi tutto

Napoli: tensione tra Insigne e Gattuso a fine gara

Il capitano prende a calci i tabelloni e urla con il tecnico. Rino al momento del rigore aveva gettato a...
Leggi tutto

Abusi edilizia a Capri: in 14 a processo

Inchiesta su una serie di ristrutturazioni di immobili soggetti a condono e risultati sprovvisti dei certificati di svincolo idrogeologico
Leggi tutto

Il Governo verso il rinvio delle elezioni amministrative

Oltre alle regionali in Calabria previste per aprile. Ci sono anche le comunali in 1200 comuni tra cui le metropoli...
Leggi tutto

Svezia, accoltella otto persone: sospetto terrorista ferito dalla polizia

Il giovane è stato bloccato dalle forze dell'ordine a Vetlanda a sud del paese: non è chiaro il movente
Leggi tutto

Si cercano probabili complici dei 4 rapinatori di Giugliano bloccati in banca a Nola

In manette sono finiti Francesco Cesaro, Mario Gracco e Giuseppe Crescenzo Palma, accusati anche di sequestro di persona e FelicePalma
Leggi tutto

Napoli, le pagelle degli azzurri: Manolas torna nel peggiore dei modi

Insigne e Di Lorenzo tra i migliori degli azzurri. Da incubo Manolas male Maksimovic e Hysaj
Leggi tutto

Follia Napoli: prende un rigore al 94′ e fa pareggiare il Sassuolo

Manolas entra e nel recupero regala il rigore del pareggio al Sassuolo
Leggi tutto

Napoli, 27enne denunciato per ricettazione al Rione Cesare Battisti

Il 27enne napoletano con precedenti di polizia, è stato denunciato per ricettazione; inoltre, il motociclo è stato restituito al legittimo...
Leggi tutto

Elicottero precipitato, i ragazzi della Onlus ricordano Rosa

Sono passati 5 giorni dal giorno in cui velivolo è precipitato a Montemaggiore nel comune di Bellona.
Leggi tutto

Il presidente Draghi a Ursula von der Leyen: “Acceleriamo sui vaccini”

Il premier telefona alla presidente della Commissione europea: al centro delle richieste anche il Recovery fund
Leggi tutto

Gli uffici del Comune di Maddaloni resteranno chiusi per due giorni per sanificazione

E’ stata firmata l’ordinanza con la quale è stata disposta la sanificazione dell’ente dopo i casi di positività al Coronavirus...
Leggi tutto

Amante del boss uccisa, processo bis per Belforte e sua moglie

Fissato il processo in Appello per l'omicidio di Angela Gentile, la donna uccisa per aver avuto una relazione con il...
Leggi tutto

Uccise l’amante con una coltellata alla gola a Poggiomarino. Condannato a 25 anni l’assassino di Luana Rainone

Borrelli: “Questa è a la giustizia che vorremmo sempre, non come è avvenuto con Fortuna Bellisario. Rapida, decisa, dura e...
Leggi tutto

Napoli, tentano di truffare un anziano: due denunciati

napoletani di 19 e 20 anni con precedenti di polizia, sono stati denunciati per truffa ed il ciclomotore è stato...
Leggi tutto

Proiettili a salve a Matteo Renzi, la busta intercettata e consegnata alla Digos

L'episodio risale a metà febbraio: la scoperta grazie ai controlli sulla posta destinata ai politici
Leggi tutto

Somma Vesuviana, Il sindaco cambia due assessori in giunta

Il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore di Sarno, cambia due assessori della giunta
Leggi tutto

Verità e giustizia per la Moby Prince, Ercolano vota una mozione a 30 anni dalla tragedia

Ancora troppi dubbi sulla morte delle 140 vittime: il consiglio comunale vuole chiarezza
Leggi tutto

Il Bari impone la legge del più forte alla Juve Stabia

La Juve Stabia non riesce a sfatare il "tabù" Romeo Menti.
Leggi tutto

Morte di Maria Paola, il fratello a processo per omicidio volontario

Michele Antonio Gaglione è stato rinviato a giudizio dal gup di Nola per la morte della sorella Maria Paola
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..