Palermo. Un flash mob con le lenzuola bianche appese ai balconi dei palazzi di via Notarbartolo e un trombettista che alle 17,58, l’ora dell’attentato, ha intonato le note del “silenzio”. Cosi’ si sono concluse idealmente, davanti all’albero Falcone e alla stele di che ricorda l’eccidio, le manifestazioni per il 28esimo della in cui furono uccisi Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta: Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Alla cerimonia in via Notarbartolo erano presenti, tra gli altri, Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso e della Fondazione intitolata al fratello che ha promosso la manifestazione, il neo prefetto di Palermo Giuseppe Forlani, il dell’Ars Gianfranco Miccichè, il sindaco Leoluca Orlando e i vertici delle forze dell’ordine. Nonostante il divieto di assembramento per l’emergenza coronavirus un centinaio di palermitani non ha rinunciato a essere presente e, dopo il minuto di silenzio un lungo applauso, anche dai balconi, dove molti hanno appeso lenzuoli bianchi, ha accompagnato la lettura dei nomi delle vittime letti quest’anno da 11 lavoratori che non si sono fermati durante l’epidemia.

Un ricordo diverso – 28 anni dopo la – senza il corteo, senza il dibattito, senza i giovani. Ma in tutta Italia la di è stata ricordata con un lenzuolo bianco appeso ai balconi dei municipi, nelle aule della politica. Ma ugualmente intenso e commovente. La giornata del ricordo del giudice Falcone, della moglie Francesca Movillo e degli uomini della sua scorta è iniziata con le parole del della Repubblica, : “La mafia si è sempre nutrita di complicità e di paura, prosperando nell’ombra. Le figure di Falcone e Borsellino, come di tanti altri servitori dello Stato caduti nella lotta al crimine organizzato, hanno fatto crescere nella società il senso del dovere e dell’impegno per contrastare la mafia e per far luce sulle sue tenebre, infondendo coraggio, suscitando rigetto e indignazione, provocando volontà di giustizia e di legalità”. “I mafiosi, nel progettare l’assassinio dei due magistrati – ha sottolineato il capo dello Stato – non avevano previsto un aspetto decisivo: quel che avrebbe provocato nella società. Nella loro mentalità criminale, non avevano previsto che l’insegnamento di Falcone e di Borsellino, il loro esempio, i valori da loro manifestati, sarebbero sopravvissuti, rafforzandosi, oltre la loro morte: diffondendosi, trasmettendo aspirazione di libertà dal crimine, radicandosi nella coscienza e nell’affetto delle tante persone oneste”. Mattarella si è quindi rivolto ai giovani, ai cui passa “il testimone” del messaggio lasciato da Falcone e Borsellino, “siate fieri del loro esempio e ricordatelo sempre”. Un coro unanime di speranza e determinazione nella lotta a tutte la criminalità organizzata unisce istituzioni e politica, tanto più in un momento di crisi economica dovuta all’emergenza coronavirus, che potrebbe aprire spazi all’insinuarsi della mafia. Ed è per questo, scandisce il del Consiglio, Giuseppe Conte, che “adesso più che mai dobbiamo vigilare. Le mafie si nutrono delle difficoltà dei cittadini. Per questo, di fronte alla pandemia che sta danneggiando il nostro tessuto occupazionale, il nostro sistema produttivo, la risposta dello Stato deve essere forte, rapida e incisiva”. Per il premier, “l’Italia è un grande Paese è l’esempio di Falcone e Borsellino, e del sacrificio di chi ha combattuto la mafia “ci rafforzano nella convinzione che il ‘piano’ delle mafie è destinato a fallire”.

LEGGI ANCHE  Draghi incontra anche Fico, Casellati e Conte e si prepara alle consultazioni

Ma oggi è stata anche la giornata degli interrogativi, pesanti, e della coerenza di tanti finti paladini dell’antimafia. A sottolinearlo, tra gli altri, il procuratore Francesco Lo Voi, il del tribunale Salvatore Di Vitale e il della Commissione regionale antimafia , che hanno sollevato dubbi e perplessità su quella che viene definita una “antimafia di facciata”. Di Vitale la descrive come un sodalizio che “vive di riflessi mediatici e di momenti celebrativi”. E c’è, aggiunge, chi fa ricorso a schemi strumentali per accreditarsi come la “parte buona”. Per Di Vitale ci vuole un ricambio culturale ma soprattutto un rovesciamento del valore negativo della stessa parola antimafia: bisognerebbe usarla nel senso positivo dei comportamenti non solo nelle cerimonie. Questa è in fondo la lezione che anche il procuratore Lo Voi trae dal lavoro di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino. “Come loro non ce ne sono stati più e non ce ne sono adesso”. Erano “unici”. Poi sono venuti tanti “imitatori”. Qualche replicante magari è in buona fede ma gli originali, come si sa, sono un’altra cosa. A volte, è il giudizio di Lo Voi, i replicanti “fanno ridere”. “Il fatto è che l’antimafia si è allargata troppo”, dice Giuseppe Di Lello che faceva parte con Falcone del pool antimafia. “Si è scelto di fare la pesca a strascico. E così sono finiti nella stessa barca chi paga il pizzo e chi lo fa pagare e quelli che proclamano una cosa e ne fanno un’altra. Ma attenzione: c’è tanta gente che che fa antimafia con gesti concreti e senza tanti proclami”. Dalla magistratura alla politica. Il della commissione regionale antimafia allarga il campo delle critiche e in un’intervista dice che “bisognerebbe abolire per decreto l’etichetta antimafia riferita ai giornalisti, ai politici, agli imprenditori”. “E’ oggi – chiarisce – un’etichetta che sa di carnevale, di auto rappresentazione. E’ autoreferenziale, l’antimafia da copertina, quella ricevuta al Quirinale, che nel chiuso dei corridoi delle stanze spiega cosa vuol dire fare il ‘capocondominio’, espressione usata da Candela in un dialogo intercettato per spiegare il proprio ruolo apicale nel sistema sanitario regionale”. Fava pensa ai ragazzi spesso travolti dalla “dimensione rutilante dell’eroe”, suggerisce la costruzione di un nuovo alfabeto e muove una critica anche all’informazione: “Se domani si incontra un giornalista che dice ‘io faccio il giornalista antimafia’ bisogna farlo accomodare fuori. E’ una ritualità che produce carriere e toglie formazione”.


Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Napoli, oltre alla rimozione del murale ci sono anche le cappelle abusive dedicate al baby rapinatore Ugo Russo

Oltre alla rimozione del murale ci sono anche le cappelle abusive dedicate al baby rapinatore Ugo Russo
Leggi tutto

Napoli, falsa polizza assicurativa per l’autovettura: denunciato il titolare di un’agenzia

Sono in corso ulteriori indagini al fine di accertare ulteriori condotte illecite nei confronti di altri inconsapevoli automobilisti.
Leggi tutto

Il covid stronca un dirigente della squadra mobile di Benevento

#LuigiVoccola, 51 anni è morto stamane all'ospedale Rummo di Benevento dopo oltre un mese di degenza
Leggi tutto

Muscarà: ‘Sartoria Canzanella, grazie a mia mozione tuteleremo eccellenza storica’

“Nostro impegno perché resti a Napoli e dia vita a scuola e museo laboratorio”
Leggi tutto

Contro la violenza di genere, esce il libro ‘100 Donne per Tutte’

Il libro è indirizzato a chi desidera informarsi, conoscere storie di coraggio quotidiano e sostenere un cambiamento culturale dal basso
Leggi tutto

‘Segreti in giallo Edizioni’ compie un anno: la collana editoriale diretta da due sannite

40 le pubblicazioni in catalogo, storie originali e autori da ogni parte d’Italia
Leggi tutto

Covid, si conferma in netta crescita la curva epidemica in Italia: 7,8%

La regione piu' casi e' l'#EmiliaRomagna (2.597), seguita da #Lombardia (2.135) e #Campania (1.896). 
Leggi tutto

Arrestato per falsi incidenti: simulava incidenti per ottenere risarcimenti dalle vittime

Agli arresti domiciliari un 49enne campano
Leggi tutto

Napoli, servizio Alto Impatto nella movida del Vomero

Identificate oltre 300 #persone nel corso dei controlli effettuati da carabinieri, polizia e guardia di finanza
Leggi tutto

Infortunio Ibrahimovic, ironia social: ‘Pronto per il dopo-Sanremo’

Il campione svedese salterà #Udinese, #Verona e #Napoli in campionato, e la doppia sfida con il #Manchester in coppa
Leggi tutto

Ragazza muore investita da auto della polizia durante un inseguimento

E' accaduto in in via Salone a Settecamini, Roma.
Leggi tutto

Covid, il tasso di incidenza in Campania arriva al 13%

Con un minor munero di tamponi diminuiscono i nuovi casi in assoluto ma aumentano anche i morti e le #terapieintensive
Leggi tutto

Napoli, in 600 firmano per Sergio d’Angelo candidato a sindaco

"Siamo un gruppo di operatori sociali, scrittori, imprenditori, artisti, professionisti di vario genere e semplici cittadini napoletani. Chiediamo a Sergio...
Leggi tutto

Salerno, giovani pusher catturati dalla polizia a Pastena

I tre sono stati sorpresi a spacciare davanti a un bar del #quartiere
Leggi tutto

Covid, Francesco Paolo Figliuolo nuovo Commissario straordinario

A Domenico Arcuri i ringraziamenti del Governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito...
Leggi tutto

Filmata dal marito mentre moriva: i fratelli presentano denuncia per omicidio

Secondo i fratelli della donna, il #marito della vittima "filmò per quasi nove minuti la moglie agonizzante, fino al suo...
Leggi tutto

Furti di rotaie nei depositi Rfi del Casertano: 5 arresti

Accusa a carico di cinque persone,  tra cui tre dipendenti di Rete Ferroviaria Italiana e due di Sirti Spa
Leggi tutto

Sul telefono foto a sfondo sessuale di una 13enne: condannato 38enne

La condanna è stata pronunciata per detenzione di una serie di foto di una ragazza di 13 anni, residente nel...
Leggi tutto

Campania: il Tar respinge i ricorsi contro la chiusura delle scuole

Il Tribunale ha rilevato che l'ordinanza regionale risulta esplicitamente adottata alla luce di un quadro epidemico caratterizzato dalla diffusione delle...
Leggi tutto

Covid: salgono casi agenti carceri contagiati, sono 557. In Campania stato di agitazione

I #sindacati lamentano il mancato rispetto dei protocolli sanitari Covid 19
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..