Nella giornata di ieri, 25 maggio, a seguito di specifica attività investigativa, gli agenti della di Stato della Digos della Questura di hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Salerno, C. M., salernitano di anni 39, per i reati di cui agli artt. 324 c.p. (Oltraggio a un
corpo politico, amministrativo o giudiziario) e 414 c.p. (Istigazione a delinquere).

L’attività di giudiziaria ha preso le mosse da una segnalazione anonima giunta agli agenti della Digos, relativa ad un commento oltraggioso ed offensivo nei confronti delle forze dell’ordine postato dall’uomo sul noto social network “Facebook”.

Le parole, dal significato chiaramente offensivo, nonché istigatorie a commettere violenza, anche con l’uso delle armi, verso gli appartenenti alle forze
dell’ordine, erano state proferite in riferimento ad un video che riprendeva l’attività degli agenti intenti a far rispettare il divieto di manifestazioni pubbliche, in occasione della cosiddetta “Passeggiata Partigiana” di Milano organizzata lo scorso 25 aprile. Dai successivi accertamenti, gli
agenti della Digos sono risaliti in breve tempo all’identità dell’autore del post incriminato, procedendo alla successiva denuncia a piede libero all’Autorità Giudiziaria. Gli agenti della Digos sono in costante attività di monitoraggio della Rete, luogo virtuale in cui si registra di recente un
aumento dei reati di incitamento all’odio ed alla violenza.



Pozzuoli, l’opposizione accusa: ‘Nuovo bando rifiuti da 49 milioni, decide tutto Figliolia by-passando ancora una volta il Consiglio Comunale”

Notizia precedente

Caserta, la Finanza dona alla Croce Rossa oltre 2000 capi d’abbigliamento di famosi brand sequestrati nel 2019 in un deposito di Marcianise

Notizia Successiva


Commenti

I Commenti sono chiusi


Ti potrebbe interessare..