A soli 16 anni si è lasciata morire per amore. Per raggiungere il suo amato Antonio che a luglio scorso l’aveva anticipata nella drammatica decisione. E’ tristissima storia di una coppia di giovani fidanzati della provincia di Salerno. Lei Giorgia Saja, di Pollica, ieri pomeriggio si è stesa sui binari del linea Salerno Reggio Calabria non lontano dalla pensiline dalla stazione di Agropoli, sapeva che intorno alle 14,45 sarebbe passato l’Intercity e si è lasciata morire in un modo così cruento. Il suo fidanzato Antonio Lorenzo D’Amico di Capaccio,  22 anni, e che a luglio scorso si era ucciso con un colpo di pistola in bocca al poligono di tiro di Eboli. E da quel giorno Giorgia non era più la stessa. “Non ti rivedrò mai più?…Certo che mi rivedrai… gli addii non sono per sempre”. Scriveva su Instagram accompagnato sempre da due emoticon: un cuore e un angelo. E poi postava frame di cartoni animati e film d’amore. Il suo disagio e la sua disperazione erano tutte li, raccontate e a portata di mano di tutte. Ora ci si interroga perché nessuno ha saputo coglierlo? Perché nessuno si è accorto di tutto ciò?. Ma al di là degli interrogativi resta una tragedia: quella di una ragazzina di 16anni (li avrebbe compiuto tra poco) che frequentava il secondo anno dell’Istituto Cenni di Vallo della Lucania e che si è tolta la vita pin un modo così violento.

 

Contenuti Sponsorizzati