Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Salerno e Provincia

Salerno, il sindaco di Santa Marina vieta uscite a medici e familiari: la Cgil chiede l’intervento del Prefetto

Pubblicato

in



. “Divieto di uscita dalla propria abitazione per il personale sanitario e per tutti i familiari conviventi per motivi diversi da quelli lavorativi”. A disporlo, con l’ sindacale numero 22 del 4 aprile scorso è stato il di , Giovanni Fortunato. “Una disposizione assolutamente inaccettabile dal punto di vista etico, morale e legale, oltretutto se rivolta verso chi in questi mesi è in prima linea nel contrasto al contagio da Coronavirus presso le strutture ospedaliere, che non può essere considerato quale “untore” né dalla propria amministrazione comunale né dai propri concittadini”. A denunciarlo è il segretario generale della Fp Salerno, Antonio Capezzuto, che ha scritto al primo cittadino del comune del Golfo di Policastro, al presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese e al Prefetto di Salerno, Francesco Russo, affinchè annullino l’. “Il divieto ordinato al personale sanitario, addirittura esteso ai propri familiari conviventi, – sostiene Capezzuto – è per noi inaccettabile e offensivo per l’intera categoria sanitaria. Chiediamo, pertanto al sindaco rivedere quanto disposto nell’ e considerare il personale sanitario e i propri conviventi, alla stregua di qualsiasi altro cittadino. Al Prefetto di Salerno e al Presidente della Provincia, – prosegue il segretario generale della Fp Cgil Salerno – si chiede di vigilare in tal senso, auspicando che l’autonomia delle amministrazioni non si manifesti in atti “sperequativi” per i singoli cittadini e a seconda del proprio profilo professionale. Invitiamo il sindaco e l’amministrazione comunale – conclude Capezzuto – a porre in essere tutte le tutele a garanzia dei propri cittadini, ringraziando allo stesso tempo il personale sanitario residente a Santa Marina per l’impegno a favore della comunità nella battaglia contro il Covid19”.

Continua a leggere
Pubblicità

Salerno e Provincia

Scafati, 7 nuovi contagi da coronavirus: il totale sale a 20

Pubblicato

in

coronavirus scafati

Scafati, 7 nuovi contagi da coronavirus: il totale sale a 20
Il di Scafati, Cristoforo Salvati, ha riferito di aver ricevuto comunicazione dall’ASL di rifermento circa 7 nuovi contagi da covid-19 relativi a cittadini scafatesi, di cui 5 legati ad un solo caso positivo che ha inconsapevolmente contagiato gli altri (familiari ed amici) e 2 nell’ambito del proprio nucleo familiare. Questi nuovi casi vanno a sommarsi ai precedenti 13 (che sono in via di guarigione) facendo salire a 20 il numero dei positivi.

 

Continua a leggere



Campania

Nel Salernitano almeno 40 comuni rinviano avvio lezioni

Pubblicato

in

C’e’ chi l’ha rinviato al 28 settembre, chi al primo ottobre e chi, addirittura, al 5 ottobre prossimo. A poche ore dal giorno stabilito dalla Regione Campania per l’avvio dell’anno scolastico, solo nel Salernitano, almeno una quarantina di Comuni hanno deciso che il ritorno tra i banchi slitti di almeno quattro giorni. Di mezzo, ci sono l’incombenza delle sanificazioni per via dell’emergenza sanitaria, l’adeguamento degli spazi per assicurare il giusto distanziamento e, non ultime, le elezioni appena concluse.

Intanto, nel capoluogo, sono in distribuzione circa 15mila termometri laser per la misurazione della temperatura destinati a 29 istituti scolastici cittadini. Il materiale, fornito dalla Regione Campania, viene distribuito in queste ore dai volontari del nucleo di Protezione civile del Comune di . La scuola comincia il 28 settembre, dunque, a (tranne gli asili nido che svolgono regolarmente le loro attivita’ didattiche), a Sanza, Vibonati, a Caselle in Pittari, ad Ascea, ad Agropoli, a Battipaglia, a Praiano, a Castel San Giorgio, a Sarno, a Nocera Superiore, ad Auletta, a Buonabitacolo, a Casalbuono, a Centola, a Montecorice, a Montecorvino Rovella, a Sassano, a Torraca, ad Eboli, a Camerota, a Vallo della Lucania, a Sapri. La campanella di lunedi’ prossimo, a Capaccio Paestum, suonera’ per le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado; a Cuccaro Vetere e a Cannalonga, per la scuole dell’infanzia e primarie; a Montano Antilia, per la scuola dell’infanzia della frazione Abatemarco e della primaria della frazione Massicelle; a Nocera Inferiore, per gli istituti scolastici del primo ciclo di istruzione; a Caggiano, per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado; a Moio della Civitella, per la scuola dell’infanzia e primaria; a Roccadaspide, per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado; a Roccapiemonte, per le scuole del primo ciclo di istruzione; a Serre, per l’istituto comprensivo; a Mercato San Severino, per i plessi scolastici del 1 e 2 circolo e secondaria di primo grado dell’istituto San Tommaso d’Aquino; a Giffoni Valle Piana e a Perito, per tutti i cicli di istruzione; ad Omignano, per la scuola dell’infanzia; a Sessa Cilento, per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado. E, mentre, a Scafati, ad Aquara e Sant’Arsenio (scuola secondaria di primo grado ‘Gorga Pica’), gli alunni tornano tra i banchi il prossimo 1 ottobre, ad Altavilla Silentina, il ha stabilito che dovranno rientrare il prossimo 5 ottobre.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette