9.5 C
Napoli
giovedì, Aprile 2, 2020

Il Tar sospende il concorsone della Regione Campania: violato l’anonimato

Il Tar sospende il maxi-concorso della Regione Campania: per i giudici è stato violato l’anonimato. Con sentenza è stata sospesa la procedura per l’assunzione di 950 unità a tempo indeterminato per la categoria D. Il concorso è sospeso fino al 6 ottobre quando ci sarà l’udienza pubblica. Diversi candidati esclusi, assistiti dallo Studio legale Leone Fell & C., avevano fatto ricorso per contestare le modalità operative con cui Formez e Commissione Ripam hanno gestito la selezione. “Non e’ un fulmine a ciel sereno, l’avevamo denunciato in tempi non sospetti chiedendo giustamente di fermare, in autotutela, il concorsone. Adesso De Luca sospenda le prove per tutti i profili e si ricominci daccapo”. Lo ha affermato il capogruppo regionale campano di Forza Italia Armando Cesaro commentando la sentenza del Tar Campania n. 00218/2020 che accoglie il ricorso al concorso Ripam Campania presentato da diversi candidati per il profilo D. Cesaro ha aggiunto: “Non e’ un caso che i rilievi dei magistrati amministrativi coincidano proprio con quelli messi nero su bianco nelle nostre interrogazioni, nelle nostre denunce stampa. Adesso non resta che sospendere l’intera procedura anche per la categoria C: sarebbe infatti da irresponsabili ostinarsi ad andare avanti visto che le stesse criticita’ oggi ritenute fondate dal Tar per la categoria D sono le stesse che hanno caratterizzato tutte le procedure. Il governo regionale lo deve agli oltre 100 mila candidati esclusi e penalizzati da criteri e procedimenti inadeguati messi in piedi da un ente di formazione, il Formez, in evidente malafede visto che, oltre a tacere sui ricorsi in itinere, non si e’ neppure degnato di rispondere per tempo, secondo legge, ad una nostra precisa richiesta di accesso agli atti”. Quindi la conclusione: “De Luca gli imputi dunque tutti i danni e le sanzioni del caso, viceversa saranno i funzionari regionali a doverne rispondere, questa volta davanti alla Corte dei Conti”.

Pubblicità
Cronache della Campania è su Google Edicola
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE

Coronavirus, “festa” a Pozzuoli: denuncia di sindaco e...

"Verificare se la condotta, previa identificazione delle persone che l'hanno posta in essere, configuri la violazione dell'articolo 452 del codice penale (delitti colposi contro...

Arzano, ‘Mascherine solidali’ di tessuto: il regalo di...

Arzano - "Mascherine solidali" di tessuto: il regalo di un imprenditore a due designer arzanesi. Angelo Rosano, giovanissimo imprenditore direttore della scuola parificata Santo...