Seguici sui Social

Pubblicità

Area Vesuviana

Camorra, sequestro bene ad esponente del clan Pesacane

Pubblicato

in


La Compagnia della Guardia di Finanza di Torre del Greco, al termine di indagini economico-patrimoniali delegate dalla D.D.A. partenopea ai sensi del cd. “Codice Antimafia”, ha sequestrato, a Boscotrecase, su disposizione del locale Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, l’abitazione, di 100 mq e del valore di 125.000 euro, nella disponibilità di Giuseppe Ranieri (cl. 1967), esponente di spicco del “clan” camorristico “Pesacane”, operante nell’hinterland vesuviano. In particolare, le Fiamme Gialle hanno riscontrato che il “proposto”, gravato da numerosi precedenti penali per traffico di sostanze stupefacenti, di recente peraltro protagonista di una rocambolesca cattura, presentava un profilo reddituale dichiarato al Fisco sproporzionato rispetto al tenore di vita; di conseguenza l’immobile è stato sequestrato in quanto acquistato con denaro frutto del reinvestimento dei proventi illeciti ricavati dall’attività criminale svolta all’interno del clan. Il Ranieri aveva infatti ricoperto all’interno della consorteria criminale gli importanti ruoli di custode delle armi da fuoco e di cassiere del denaro frutto delle diverse attività delittuose del sodalizio. L’immobile risultava fittiziamente intestato ai figli ed accatastato come “scuderia” di poche decine di metri quadrati, anziché come reale ed effettivo appartamento. L’operazione odierna si inquadra nel più ampio dispositivo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza volto all’aggressione alle ricchezze illecite degli esponenti collegati alla criminalità organizzata, settore nel quale sono particolarmente attive le Fiamme Gialle del Gruppo di Torre Annunziata.

Pubblicità
Continua a leggere
Pubblicità

Area Vesuviana

Morto il giornalista Carmine Alboretti: aveva 45 anni

Pubblicato

in

“Apprendiamo con dolore” della scomparsa prematura di Carmine Alboretti, 45 anni, dal 2014 al 2019 presidente dei probiviri del Sindacato unitario giornalisti della Campania.

 

Lo rende noto un comunicato dello stesso Sindacato. Giornalista e avvocato, professione che aveva deciso di sospendere per dedicarsi anima e corpo alla stampa. Per anni collaboratore del “Roma”, e’ stato vicedirettore de “La Discussione”, il giornale fondato da Alcide De Gasperi, e direttore de “La voce sociale”. E’ stato vaticanista e studioso della dottrina francescana alla quale ha dedicato diversi saggi. Continuava a coltivare la passione che ha caratterizzato i suoi primi studi, era cultore di Diritto pubblico dell’economia presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università Federico II.

Nel 2017 vinse il premio “Francesco Landolfo”. Il segretario del Sugc, Claudio Silvestri, il presidente Gerardo Ausiello, il consiglio direttivo tutto, i probiviri, i sindaci, i consiglieri nazionali del Sindacato unitario giornalisti della Campania “si stringono alla moglie e al figlio in questo momento difficile. A loro va il nostro abbraccio affettuoso. Ciao Carmine, ci mancherai”.

Continua a leggere

Area Vesuviana

Furti di auto di lusso: finiscono agli arresti domiciliari due pregiudicati di Casoria e Napoli

Pubblicato

in

Napoli. Furti di auto di lusso: sono finiti agli arresti domiciliari due noti pregiudicati di Casoria e Napoli.

Nelle prime ore della mattinata a Napoli e Casoria, zona Arpino, i militari della Tenenza Carabinieri di Cercola hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Nola – Ufficio G.I.P. – su richiesta dealla Procura della Repubblica di Nola nei confronti di due persone per tentato furto aggravato di auto.
Sono stati arrestati Massimo Dell’Annunziata di anni 41 di Casoria e Francesco Cervo di anni 40 di Napoli, entrambi pluri-pregiudicati per reati specifici.
La predetta misura scaturisce da indagini condotte dai militari della tenenza dei carabinieri di Cercola ed avviate a seguito di una denuncia per tentato furto di un’autovettura di grossa cilindrata avvenuto nel mese di ottobre 2019 nel centro urbano, furto non consumato per l’intervento del proprietario del veicolo che aveva messo in fuga i malviventi.
Le indagini avviate hanno permesso di individuare gli autori già noti per pregresse indagini attinenti sempre i furti di veicoli. Le successive individuazioni fotografiche e personali eseguite dalla vittima e da alcuni testi presenti hanno poi dato certezza dell’identità dei due arrestati.
La Procura di Nola ha concordato le risultanze investigative e tenuto conto della caratura criminale dei soggetti identificati, entrambi gravati da innumerevoli reati specifici e ben noti alle forze dell’ordine, ha avanzato ed ottenuto dall’ufficio GIP la misura cautelare degli arresti domiciliari eseguita dai militari.

Continua a leggere

Area Vesuviana

Poggiomarino, sapone venduto come gel antibatterico. Oltre 8mila flaconi sequestrati, denunciato imprenditore 52enne

Pubblicato

in

Poggiomarino. I carabinieri del nucleo investigativo di polizia ambientale, agroalimentare e forestale, nell’ambito di un servizio di contrasto alla vendita di prodotti per la sanificazione non conformi alle norme sanitarie, hanno denunciato un 52enne di Poggiomarino per Frode in commercio.

Titolare di una rivendita di prodotti cosmetici, l’uomo aveva stoccato in magazzino – pronte per la commercializzazione – 8496 confezioni di gel lavamani con etichette che ne esaltavano le proprietà “antibatteriche”.

Ovviamente prive delle autorizzazioni del Ministero della Salute le confezioni – hanno scoperto i militari – contenevano del semplice sapone.
Tra i materiali rinvenuti e poi sequestrati anche 2 rotoli di etichette adesive da applicare ai flaconi con l’indicazione “antibatterico naturale”.

Continua a leggere
Pubblicità