Ridare vita ai secolari alberi della Reggia di Caserta sradicati dal maltempo trasformandoli in opere d’artigianato o in energia sostenibile: e’ la mission del progetto sperimentale voluto dalla Direzione del Complesso vanvitelliano, Patrimonio dell’Unesco, che in questi giorni e’ divenuto realta’ con la pubblicazione dell’avviso finalizzato alla “cessione di materiali legnosi del Parco reale e del Giardino Inglese per finalita’ di recupero e valorizzazione”. Un progetto che fa parte di una piu’ ampia pianificazione di interventi sul patrimonio arboreo della Reggia, e che chiede una mano ai privati “nell’ottica di favorire lo sviluppo di una filiera territoriale etica ed ecocompatibile”. Gli imprenditori interessati dovranno presentare piani che, oltre a garantire il recupero del patrimonio, riescano ad esaltare il valore storico del legname e a ridurre la quantita’ di materiale da destinare allo smaltimento. In concreto, l’aggiudicatario dovra’ provvedere alla rimozione completa dei tronchi e dei rami, al caricamento e trasporto, alla pulizia dell’area limitrofa e alla sistemazione del terreno sottostante, con l’obbligo di presentare un report sulle lavorazioni svolte e sulle azioni di recupero e valorizzazione dei materiali. La Reggia cedera’ dunque il suo prezioso legno a titolo gratuito, gli imprenditori, in cambio, dovranno recuperarlo e valorizzarlo. “Si tratta di una procedura sperimentale – spiega il direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – che sara’, pero’, anche occasione di avvio di un percorso di gestione e recupero dei residui di materiale legnoso derivanti dalla manutenzione ordinaria del Parco”. Sono decine gli alberi sradicati in seguito al maltempo delle scorse settimane.

LEGGI ANCHE  Riapre la rianimazione dell'ospedale di Sorrento dopo l'emergenza personale
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Scoperta una sorella della Terra a 100 anni luce di distanza

Notizia precedente

Napoli, 25 parcheggiatori abusivi denunciati dai vigili urbani

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..