Coronavirus, iniziato lo sbarco dei passeggeri della nave bloccata a Civitavecchia

E’ iniziato lo sbarco dei oltre mille passeggeri dalla nave di Civitavecchia. I primi ad uscire dalla nave, bloccata da 24 ore nel porto di Civitavecchia per il sospetto di Coronavirus poi rientrato, vengono trasportati da appositi bus. Ai cronisti che domandano, c’e’ chi non risponde evidentemente innervosito. E chi racconta di aver avuto paura. Gia’ ieri sera qualcuno aveva scelto di lasciare la nave. “A bordo c’e’ stata la massima tranquillita’ e hanno gestito le cose bene – racconta Filippo Rossi, un uomo di Monterotondo, in provincia di Roma, che e’ stato tra i primi a lasciare la nave – c’e’ stata pero’ preoccupazione anche perche’ si sono rincorse tante voci fino all’ultimo e le informazioni le avevamo solo da fuori. Menomale che e’ andato tutto bene”. Sul molo 12 del porto di Civitavecchia stanno affluendo decine di pullman per trasferire i croceristi che si trovano ancora a bordo. “Internamente non ci dicevano nulla. Ma comunque l’emergenza e’ stata gestita bene. Certo siamo stati molto preoccupati perche’ si rincorrevano le voci.. “. Cosi’ uno dei primi passeggeri che ha lasciato la nave Costa Smeralda, bloccata al porto di Civitavecchia da 24 ore, risponde alle domande dei giornalisti. L’uomo di Monterotondo, accompagnato dalla moglie decisamente innervosita dai cronisti ai quali ha rivolto parole non gentili, pur parlando della “preoccupazione” che si respirava a bordo, ha sostenuto che allo stesso tempo ci fosse “massima tranquillita’”.