Circa 150 persone hanno partecipato oggi al pranzo di Natale organizzato nella parrocchia di San Lorenzo Martire, nel di Pianura, dalla Comunità di Sant’Egidio in collaborazione con l’intera comunità parrocchiale e con la IX Municipalità. Alla festa hanno partecipato migranti, esponenti del comunità rom e residenti del che hanno messo da parte le reciproche differenze per unirsi in un abbraccio fraterno.Il pranzo natalizio è stato offerto dalla ditta Vegezio, che ha curato l’intero cantering. Splendida la partecipazione dei volontari – moltissimi ragazzi – che hanno servito ai tavoli. “Questa giornata – ha spiegato don Dario Colle giovane e combattivo parroco pianurese – nasce da un dono di Dio e dall’amicizia con la comunità di Sant’Egidio. Già nel 2016 avevamo organizzato questa bella iniziativa che quest’anno, con il concorso della IX Municipalità e di tanti uomini e donne generosi, abbiamo potuto ripetere. Il messaggio che vogliamo lanciare è pieno di carità e ci riempie il cuore. Cristo ci ha insegnato ad abbassarci e ad andare incontro a tutti i fratelli e le sorelle. Questo è il motivo che ci spinge a superare ogni difficoltà grande e piccola nel nome della carità”.

72 i pranzi di Natale organizzati dalla Comunità di Sant’Egidio dai primi giorni di dicembre all’Epifania a e in altre città della Campania. Un lavoro mastodontico che vede da sempre le parrocchie in prima linea per offrire un Natale migliore a tante famiglie in difficoltà. “ Siamo entusiasti della generosità di don Dario e della sua comunità – afferma don Mariano Eberato, sacerdote assistente della comunità di Sant’Egidio – l’organizzazione è stata curata fin nei minimi dettagli e questo è segno di amore e di fraternità. Siamo contenti che questo spazio di solidarietà natalizia abbia riscosso un successo così ampio. Quello di oggi è solo un punto di partenza. Lo scopo del nostro lavoro è quello di allargare anche ad altri periodi dell’anno questi momenti di convivialità e di fraternità che sono di fondamentale importanza”.Un intero unito per dare un segnale di speranza e ritrovare il senso di comunità. Da diverse settimane la Municipalità di Pianura-Soccavo è in prima linea per garantire la buona riuscita di un evento che, per una volta, è riuscito a mettere d’accordo tutti. “Come Municipalità abbiamo fatto tutto il possibile per fornire il massimo supporto all’organizzazione di questa bellissima iniziativa – spiegano Lorenzo Giannalavigna e Marco Lanzaro, rispettivamente presidente e vicepresidente della IX Municipalità – perchè in questo modo si può incarnare il vero spirito natalizio e la vera carità cristiana che non è solo un concetto religioso, ma è il fondamento della nostra società. Vedere la partecipazione attiva di tanti cittadini pianuresi ci conforta – proseguono Giannalavigna e Lanzaro – perchè in una società piena di contrasti e dove la conflittualità dei rapporti è sempre più sentita, lanciare messaggi di pace e di speranza è di fondamentale importanza”.

LEGGI ANCHE  Estrazioni del Lotto e numeri vincenti 10eLotto
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Riaperta la Statale Amalfitana, las deputata Bilotti del M5S porta il caso in parlamento

Notizia precedente

Esposito:’Lukaku mi ha detto, vai e segna’. Conte: ‘Avrà un grande futuro’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..