Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Caserta e Provincia

La VolAlto tiene testa alla corazzata AGIL Volley: piemontesi vittoriose al PalaVignola tre set a uno

Pubblicato

in



Una ottima VolAlto 2.0 Caserta strappa un set anche alle campionesse d’Europa guidate dalla capitana della Nazionale, la napoletana Cristina Chirichella, e dalla Veljković, campionessa del mondo con la Serbia, ma deve arrendersi 3-1 al al termine di un match combattuto sin dal primo punto. Nonostante i 19 punti di Gray e i 18 di Simon le rosanero non riescono a conquistare un punto, ma dimostrano di essere ancora in crescita e di potersela giocare alla pari con tutte le altre squadre.

Padrone di casa in campo con Castaneda Simon opposta a Bechis, Garzaro e Alhassan centrali, Gray e Cruz schiacciatrici e Ghilardi libero; Igor con Hancock in regia e Di Iulio in diagonale, Chirichella e Veljkovic al centro, Courtney e Vasileva in banda e Sansonna libero. Bellissimo lo scambio del primo punto con Ghilardi che sale in cattedra con una difesa strappa applausi. Si procede punto a punto (2-3) ma Novara mette la quinta ed allunga (3-7) con coach Cuccarini che chiama il time out. Secondo time-out rosanero che arriva sul 5-12. Sembra un parziale già andato ma Caserta con orgoglio si porta fino al 19-22 che costringe questa volta coach Barbolini a fermare il gioco. Novara mostra gli artigli e chiude 21-25 col tocco di seconda di Hancock.

Subito 6-2 per la con Alhassan, ma la Igor Gorgonzola è dura a morire e pareggia i conti a 9. Simon in parallela fa 15-13, poi una grande Ghilardi dà la possibilità di allungare (19-15). Time-out Barbolini. Caserta arriva sul 24-17, tre punti di fila di Novara e Cuccarini ferma tutto. Al rientro in campo chiude Simon (25-20).

Subito 4-0 rosanero e Barbolini richiama in panchina le sue. Ma poi Novara mette la freccia e passa in vantaggio sul 5-6. Tre punti avanti per la Igor Gorgonzola quando c’è l’attacco out di Gray e il tabellone dice 14-17. Sul 18-22 si sveglia la formazione rosanero: 20-23 e Barbolini chiama ‘tempo’. Gray e Alhassan piazzano il 22-24 ma si gira campo 22-25.

Punto a punto fino all’8-9, poi Novara allunga fino all’8-11. Entra in campo Dalia e prova a dare sostanza alle azioni rosanero, ma la squadra ospite non molla nulla e arriva 14-20. Caserta reagisce (18-21) ma sull’errore di Gray Novara conquista 4 match point. Chiude Veljkovic. Finisce 21-25.

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA 1
IGOR GORGONZOLA NOVARA 3
(21-25; 25-20; 22-25; 21-25)

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Alhassan (10), Dalia (2), Ameri, Poll, Holzer, Ghilardi, Cruz (14), Gray (19), Simon (18), Garzaro (3), Bechis (1). Allenatore: Cuccarini. Vice: Malcagni
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Mlakar, Brakocevic (8), Morello, Napodano, Courtney (6), Gorecka (2), Di Iulio (1), Chirichella (14), Sansonna, Hancock (6), Arrighetti, Piacentini, Vasileva (24), Velijkovic (12). Allenatore: Barbolini. Vice: Baraldi.

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Per me è stata una serata speciale, è la mia prima partita in serie A nella mia Campania, da avversaria. Ho provato emozioni speciali, sugli spalti c’erano i miei e tante persone care e sono felice che la mia squadra abbia ottenuto una vittoria tanto combattuta quanto importante. Caserta è una squadra ostica, che vive un ottimo momento, e per noi aver fatto tre punti pesanti è il modo migliore di avvicinarci alla Supercoppa di sabato”.

di Mario Miccio

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Aggressione ad una guardia giurata all’ospedale Moscati di Aversa

Pubblicato

in

Aggressione ad una guardia giurata all’ospedale Moscati di Aversa dell’istituto di vigilanza Cosmopol con prognosi di 2 giorni.

 

E’ accaduto ieri mattina quando è arrivata in ospedale una anziana accompagnata dal figlio. L’uomo ha fermato l’auto al pronto soccorso  pretendendo che gli vengano prestati subito i soccorsi e per questo inizia ad inveire contro l’infermiera.
Interviene la guardia giurata di servizio che si interpone tra l’energumeno e l’infermiera per difendere la stessa calmando gli animi. L’uomo però ha continuato ad inveire minacciando verbalmente la guardia giurata tanto che sono intervenute alcune persone presenti al pronto soccorso per evitare lo scontro fisico.

“Ma resta lo sconforto della guardia giurata, lavoratore e padre di famiglia, -spiega il coordinatore cittadino per i circoli insieme per il meridione Michele Onorato- che svolgendo il suo lavoro viene mortificato e minacciato verbalmente. Noi tutti ci auguriamo che in tempi brevi chi ci governa riesca a capire l’importanza delle guardie giurate nel mondo del lavoro e diano il giusto riconoscimento per il lavoro svolto soprattutto nei pronto Soccorso degli ospedali Campani”.

Continua a leggere



Caserta e Provincia

Un camionista di 42 anni è stato trovato morto in un’area di servizio del casertano dopo essersi fermato per fare un “pisolino”

Pubblicato

in

La tragedia è avvenuta nell’area di servizio di Dragoni, sulla Strada Statale Telesina.

Stando a quanto emerso l’uomo si era fermato per riposare qualche ora all’interno della cabina del suo camion prima di rimettersi in viaggio. Purtroppo però non si è più svegliato.

Ad accorgersi del dramma un collega camionista che ha chiamato i soccorsi. Nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118 per l’uomo non c’era già nulla da fare: i medici non hanno potuto fare altro che constatare l’avvento decesso causato da un arresto cardiaco.

Continua a leggere



Le Notizie più lette