incredibile in campania: reagisce dopo l’insulto razzista durante la gara di promozione e viene espulso



Il presidente della Fifa, Gianni Infantino, ospite ieri a Novantesimo minuto su Rai Due ha condannato duramente la notizie dei cori razzisti nei confronti del calciatore brasiliano Dalbert durante Atalanta-Fiorentina, ricordando che in Italia su questo versante “c’è ancora molto da fare”. Ma non sapeva quello che era accaduto poco prima su un  campo di Promozione in Campania. Un giovane calciatore è stato insultato per il colore della pelle da un avversario durante una partita di calcio, ha reagito ed è stato espulso. E’ accaduto nel campionato di calcio di Promozione, a Montesarchio in provincia di Benevento, durante il match tra i locali e le Aquile Rosanero Caserta. Il 22enne Ndiogou Ndiaye, a cinque minuti dal fischio finale, ha spintonato platealmente l’avversario che poco prima lo aveva insultato, l’arbitro lo ha visto e lo ha espulso; poco dopo ha però cacciato dal campo anche due giocatori sanniti, forse dopo aver appreso dell’offesa a sfondo razzista. “Sono molto dispiaciuto – ha detto il presidente del club casertano Federico Di Pippo – non è la prima volta che Ndiaye subisce queste offese”.

LEGGI ANCHE  Pianura, l‘emblema del degrado, dell’inciviltà e dell’abbandono delle istituzioni

 Gustavo Gentile


Google News

Napoli, Allan e Younes in gruppo

Notizia precedente

Notre Dame De Paris, l’opera più famosa al mondo torna al PalaSele a marzo 2020, biglietti disponibili da domani

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..


Ti potrebbe interessare..