“Bisogna attendere ulteriori spiegazioni e motivazioni, sia in rapporto al passato e ai fatti avvenuti che al futuro e all’idea di Paese che si ha in testa. E’ infatti chiaro che Renzi ci pensava da tempo ma cosi’ e’ un colpo di scena, una renzata appunto. E’ stato lui piu’ di altri a spingere per il nuovo governo ma poi crea all’improvviso nuovi gruppi parlamentari” scrive in un post su fb Antonio Bassolino. “Rivendica risultati positivi della sua segreteria e del suo governo, giustamente. Ma continua ad evitare ogni riflessione autocritica – aggiunge l’ex governatore campano – le responsabilita’ sono sempre degli altri. E’ invece evidente che come e’ stato in primo luogo merito suo il 40,08% alle Europee cosi’ sono dovute soprattutto a lui la sbagliata impostazione della campagna per il referendum e la botta del 4 marzo 2018. Infine la definizione del PD come un insieme di correnti e’ davvero ingenerosa verso Zingaretti che ha fatto di tutto per tenere unito il partito sacrificando anche qualche sua personale opinione”. “Adesso comunque e’ necessario mantenere da parte di tutti nervi saldi e un giusto stile nei rapporti politici e personali” conclude Bassolino. 

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati