Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Trianon Viviani, Giovanni Pinto riconfermato presidente del Teatro del popolo di Forcella

Pubblicato

in



è stato riconfermato alla presidenza del . Lo ha deciso l’assemblea dei soci del di , che ha nominato il consiglio di amministrazione della costituenda fondazione.
Il Trianon Viviani è di proprietà e gestione di una società per azioni a intera partecipazione pubblica, soggetta alla direzione e il coordinamento della Regione Campania, socio di maggioranza con l’80,40% della quote. L’altro socio è la Città metropolitana di Napoli, con il 19,60% delle azioni.
Con l’approvazione del bilancio di esercizio 2018 – che ha visto il valore della produzione ammontare a 1.629.000 euro, con un utile di 149.916 euro – si era concluso il mandato triennale del cda della società e del direttore artistico Nino D’Angelo.
Nelle prossime settimane, con il riconoscimento della personalità giuridica, il teatro concluderà l’iter di trasformazione in fondazione, in ottemperanza al decreto del della Giunta regionale della Campania (dpgrc) n. 274 del 29 settembre 2017 e del d.lgs. 175 del 19 agosto 2016. Il dpgrc 274/2017, che approvava il “Piano di revisione straordinaria delle partecipazioni societarie ex art. 24 d.lgs 175/2016 (Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica)”, statuiva la necessità di tale trasformazione per la partecipazione societaria da parte delle amministrazioni pubbliche.
Nel nuovo cda della fondazione, con il presidente Pinto, designato dalla Regione, ci sarà l’operatrice teatrale Igina Di Napoli, sempre su indicazione del socio di maggioranza, e l’economista Antonio Roberto Lucidi, in rappresentanza della Città metropolitana.
“Ringrazio il presidente della Regione Vincenzo De Luca per avermi voluto riconfermare nell’appassionante e impegnativo incarico di presidente del teatro Trianon Viviani” esordisce Giovanni Pinto, presidente del cda.
“Come dimostra anche il bilancio 2018 approvato dai soci, possiamo archiviare la complessa e difficile situazione economica-finanziaria di partenza quando si insediò il consiglio di amministrazione tre anni fa: il teatro aveva visto il fermo produttivo nei due anni e mezzo precedenti e si era anche trovato messo all’asta per quattro volte», prosegue Pinto, che conclude: «Ora questa sala centenaria è tornata a essere una realtà viva e consolidata della scena teatrale e musicale, grazie al fattivo lavoro di squadra operato con i consiglieri Michele Monetta e Francesco Somma, il direttore artistico Nino D’Angelo, il collegio dei sindaci presieduto da Michele Napolitano, anche lui riconfermato, e tutto il dinamico staff del teatro”.
Il ricco e articolato cartellone della stagione 2019/2020, curato da Nino D’Angelo, si compone di quattordici spettacoli a prezzi popolari e dà grande rilievo alla musica, al teatro musicale e alla commedia, con la partecipazione di molti artisti beniamini del pubblico. A inaugurarlo, giovedì 31 ottobre, Quelle del Festival… Le indimenticabili canzoni di Napoli, un nuovo concertone teatrale di Maurizio Palumbo dedicato alle più famose melodie lanciate dal Festival di Napoli tra il 1952 e il 1970. L’orchestra dal vivo è diretta da Peppino Fiscale. Chiuderà la stagione un’edizione particolare del fortunato spettacolo musicale Carosone, l’americano di Napoli, in occasione del centenario della nascita del grande cantante, compositore e pianista partenopeo: scritto da Federico Vacalebre, biografo del musicista, vede protagonista in scena Andrea Sannino, con gli arrangiamenti di Lorenzo Hengeller.

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

Rapinavano fattorini della pizza, arrestata coppia di fratelli

Pubblicato

in

Due fratelli, monzesi di 39 e 42 anni, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile della Questura di Monza con l’accusa di aver messo a segno almeno tre rapine ai danni di giovani fattorini dediti alla consegna delle pizze, anche minorenni.

In tutte e tre le occasioni la coppia di malviventi ha atteso l’arrivo del giovanissimo lavoratore a cui venivano forniti indirizzi di consegna a caso, per poi piombargli alle spalle a bordo di uno scooter a tutta velocita’ e, caschi integrali sul volto, farsi consegnare denaro e averi sotto la minaccia di una pistola.

Uno dei due fratelli e’ anche accusato di un ulteriore episodio di rapina e di una estorsione ai danni di un conoscente dal quale si era fatto prestare l’auto, che avrebbe restituito solo dietro il pagamento di un’ingente somma di denaro. Pena, l’intervento di amici “malavitosi”. Entrambi, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Monza, sono stati rintracciati dalla Mobile a casa di alcuni parenti, a Caserta.

Continua a leggere



Campania

Napoli, il Colonnello Ferramondo cede il comando dell’Aeroporto MIlitare al Colonnello Vicari

Pubblicato

in

Venerdì 18 settembre 2020, presso il Comando Aeroporto di Capodichino si è svolta la cerimonia del cambio di comando tra il Comandante uscente, il Colonnello Stefano Ferramondo, ed il Comandante subentrante, il Colonnello Vittorio Vicari.

La cerimonia è stata presieduta dal Generale di Divisione Aerea Achille Cazzaniga, Comandante il Comando delle Forze di Supporto e Speciali (CFSS), con la partecipazione di una rappresentanza delle più alte autorità civili, militari e religiose locali, in linea con le prescrizioni stabilite dalla situazione emergenziale in corso.

Il Colonnello Ferramondo, dopo aver rivolto i propri saluti e ringraziamenti alle autorità intervenute, che con la loro presenza hanno dato spessore alla cerimonia, ha evidenziato “…l’importanza delle attività condotte in sinergia con le Istituzioni e le Associazioni Locali che si occupano della salvaguardia, della sicurezza e della legalità”. Inoltre ha rimarcato “…il valore di fare squadra per raggiungere gli obiettivi definiti dalla Forza Armata e contestualmente di far fronte al cambiamento dell’organizzazione, vivendolo come momento di crescita sia lavorativa che personale”.

Il Colonnello Vicari, Comandante subentrante, nel suo discorso ha espresso parole di ringraziamento verso gli Alti vertici di Forza Armata che hanno riposto in lui la fiducia con questa importante nomina. Successivamente, il neo Comandante, rivolgendosi al personale ha sottolineato “Con la mia determinazione impiegherò tutte le energie e le risorse professionali a mia disposizione per conseguire tutti gli obiettivi assegnatomi”. E aggiunge: “Sono fiero ed orgoglioso di essere li vostro Comandante e confido nella vostra serietà ed impegno, per affrontare le sfide che ci attendono in questo particolare momento storico”. A conclusione del suo discorso ha voluto ringraziare il Colonnello Ferramondo per aver contribuito significativamente alla crescita di questa realtà nei due anni di comando.

Il Generale Cazzaniga, comandante del CFSS, ha infine preso la parola esprimendo al Colonnello Ferramondo ed al personale dell’Aeroporto Napoletano il proprio sincero apprezzamento per l’eccellente lavoro svolto, che, attraverso il “gioco di squadra”, ha permesso il raggiungimento di tutti i traguardi per il sostegno della difesa e della collettività.

Inoltre la massima autorità ha sottolineato che Capodichino ha conseguito “risultati encomiabili, supportando il dispositivo “Strade Sicure”, contribuendo alla lotta agli incendi boschivi, i voli umanitari e voli ospedale in favore della collettività” diventando, nel tempo, punto di riferimento fondamentale per le attività Interforze e per la collaborazione Internazionale.

In conclusione, il Gen. Cazzaniga rivolgendosi ai presenti: “Stringetevi attorno al vostro Comandante, siate fieri di ciò che siete e di quello che fate. Al vostro fianco ci saranno sempre la Forza Armata, la Comunità Partenopea e questo territorio ricco di storia e di bellezza; un patrimonio che tutto il mondo vi invidia!”.

Continua a leggere



Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?