Emergenza rifiuti a Ischia, l’imprenditore Presutti contro il sindaco di Forio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Caos rifiuti: Aldo Presutti tuona contro il sindaco di Forio d’Ischia. Mentre alcune città del napoletano sono già al collasso a causa dell’imminente chiusura del termovalorizzatore di Acerra ad Ischia l’imprenditore chiede il commissariamento del comune di Forio per “incapacità” nel gestire i problemi della cittadinanza. Con largo anticipo infatti l’imprenditore ischitano ha previsto l’emergenza che a breve avrebbe portato al collasso numerose città della Campania e sta tentando di evitare disagi all’isola di Ischia proprio in piena stagione turistica. Disagi che hanno duramente colpito altre città, (basta vedere cosa sta accadendo in queste ore ad Ercolano con sacchetti della spazzatura ovunque e proteste della cittadinanza proprio durante la piena affluenza turistica dei visitatori per gli scavi archeologici). A Ischia l’imprenditore Aldo Presutti, tenta di sventare la tragedia.
Bufera dunque anche ad Ischia per la questione rifiuti fortemente sottostimata dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Del Deo. A denunciare tutto ancora una volta l’imprenditore Aldo Presutti fortemente attivo sul territorio di Ischia. L’imprenditore infatti da anni è in prima linea a battersi al servizio dei cittadini per un isola migliore e un turismo sempre più florido. Questo forte attivismo l’ha portato a scontrarsi duramente contro il sindaco di Forio del quale lamenta la completa incapacità a suo dire nel gestire l’imminente problema della raccolta dei rifiuti solidi urbani. Problema che a settembre riverbererà tutti i suoi drammatici effetti su tutta la provincia partenopea a causa della prossima chiusura dell’inceneritore di Acerra. L’imprenditore ha con larghissimo anticipo offerto all’amministrazione comunale delle soluzioni alternative al problema. Amministrazione che inspiegabilmente si mostra sorda comportandosi come se il problema non esistesse. La cittadinanza si schiera con Aldo Presutti temendo di ritrovarsi un isola invasa dai rifiuti proprio nel periodo di maggiore affluenza turistica. Una catastrofe che l’imprenditore, orgoglio dell’isola di Ischia e punto di riferimento per tutta la cittadinanza, tenta di sventare con tutte le sue forze.

Giorgio Kontovas






LEGGI ANCHE

Pozzuoli, perseguita e minaccia di morte l’ex marito: arrestata 44enne

I carabinieri della stazione di Pozzuoli hanno arrestato una 44enne per atti persecutori ai danni dell'ex marito. L'uomo si è presentato in caserma denunciando le...

Voragine a Napoli, ripristinata la fornitura idrica nel quartiere Vomero

L'azienda idrica di Napoli, Abc, ha completato con successo, nella tarda serata di ieri come inizialmente programmato, il ripristino della fornitura d'acqua nell'area del...

Inquinavano il fiume Sarno: sequestrate due aziende a Striano e Sant’Antonio Abate

Le due società finite sotto sequestro sono la "Agriconserve Rega" di Striano e la "Bioverde" di Sant'Sntonio Abate

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE