. Ieri il commissario straordinario della 1 Centro, ha fatto visita all’. Visita particolarmente apprezzata da parte del personale e dei sindacati. Verdoliva infatti dopo aver parlato con i medici e il personale del comparto infermieri ostetriche e operatori, pur ammettendo che ci sono notevoli difficoltà soprattutto per quando riguarda la mancanza di personale , si è preso precisi impegni e ha assicurato i vari operatori che nel giro di qualche mese la situazione si dovrebbe risolvere con i tanti concorsi e mobilità. Il commissario ha assicurato che si punta sul rilancio della struttura soprattutto dal punto di vista dell’area chirurgica ricordando che con la chiusura dell’Incurabili già sono operativi alcune professionalità e che con loro sono già arrivate decine di nuove tecnologie provenienti dal presidio attualmente chiuso. “Siamo contenti di questa visita del commissario-spiega della Fials- la sua presenza autonoma e informale fa capire realmente le intenzioni che ha la nuova struttura commisariale nei confronti dell’ospedale San Paolo. Noi come organizzazione sindacale che da anni ci battiamo per il rilancio del glorioso ospedale San Paolo abbiamo chiesto impegni precisi anche noi siamo convinti che per rilanciare l’ospedale abbiamo bisogno di rilanciare tutta l’area chirurgica, rafforzare reparti come otorino, urologia, ortopedia, oculistica, chirurgia con nuovo personale ma soprattutto con un aumento significativo del numero delle sedute operatorie. Ricordando a tutti che le camere operatorie rappresentano il cuore di un ospedale mentre rafforzare l’area di emergenza pensando al pronto soccorso e medicina d”urgenza significa rafforzare la testa del presidio. Abbiamo lanciato l’idea della cosiddetta cardiologia d’urgenza unendo i due reparti, inoltre abbiamo chiesto impegni seri anche su tutto ciò che riguarda il polo materno infantile sia per l’atavica carenza di personale soprattutto pediatri e ostetriche. Questo polo se rafforzato potrebbe diventare un fiore all’occhiello della Napoli 1 Centro e quindi di tutta Napoli dove tutte le mamme di Napoli e non solo possono partorire nel modo che meglio preferiscono. Insomma con alcune piccole mosse e se il commissario straordinario ci seguirà potremo restituire e recuperare il glorioso ospedale San Paolo”.



Pubblicità'

Napoli, ennesimo scippo di turisti al Vasto: protestano gli abitanti

Notizia Precedente

Napoli, fine pena mai per i Buonerba per l’omicidio del baby boss Emanuele Sibillo

Prossima Notizia