Seguici sui Social

Musica

‘Guagliona’, un ponte tra Napoli e Sudamerica contro la violenza sulle donne nel nuovo singolo di Mark J Evo

PUBBLICITA

Pubblicato

il



Un’ideale ponte tra Napoli e Sudamerica, “Guagliona” è il nuovo singolo del giovanissimo Mark J Evo su etichetta Suono Libero Music. Il brano è un riadattamento italiano di “Ella Quiere Beber” (in lingua napoletana con testo di Nando Misuraca) , grande successo del trapper Anuel AA feat. Romeo Santos, una canzone di genere dancehall da oltre 529 milioni.
All’anagrafe Marco Luongo, il giovanissimo cantante napoletano innamorato della musica latina è al quarto singolo ufficiale e, per la prima volta, si è cimentato con una canzone non in lingua spagnola. Vent’anni, brillante studente di “Musicaelettronica” al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, racconta così della sua passione per le melodie ispaniche: “La cultura italiana è più vicina a quella latina che a quella anglosassone, nonostante si prediliga più la seconda. Non molti sanno che l’Italia fa parte dell’ Unione Latina, un’istituzione mondiale che riunisce oltre trentasette paesi del mondo accomunati dalla storia e dalle comuni radici dell’antico latino. Inoltre noi a Napoli abbiamo avuto la dominazione spagnola che è stata fondamentale per lo sviluppo della nostra città”. Nel suo nome c’è la consapevolezza del suo essere : “la J del mio nome sta per Junior, considerando la mia età. Il suffisso Evo rappresenta un punto a cui guardare ed ispirarmi, quell’evoluzione che non deve mai mancare a chi ha tanti sogni da realizzare, come sono io”.
L’operazione discografica vuole rappresentare, nella sua semplicità, un simbolico gancio tra due culture “Latine” come quella napoletane e sudamericane (portoricana ed Hispanica, nella fattispecie del brano) mostrando degli scorci di Napoli meno oleografici (Mercato della “Torretta”, Pallonetto di Santa Lucia, stradine secondarie di Chiaia e Quartieri Spagnoli). La “Guagliona” del videoclip (interpretata dalla modella e ballerina Elissena Riccio , regia di Gaetano Massa) è una ragazza, una scugnizza mediterranea, desiderata da tutti ma solitaria. Il suo ostentare sicurezza, in realtà, cela i dolori che si porta dentro, una vita ferita e segnata da un uomo violento. Ed è proprio Mark J Evo a schierarsi contro la violenza sulle donne: “Condanno ogni violenza di genere, è intollerabile nell’era moderna che viviamo. Le donne sono una risorsa fondamentale per noi. Sono madri, fidanzate, compagne. Ci aiutano e ci insegnano ogni giorno. La Guagliona della mia canzone è una donna ferita ma capace ancora di dare una possibilità all’Amore, cosa che dovremmo fare tutti abbandonando ogni idea di sopraffazione”.

LEGGI ANCHE  M5S, Manzo: 'Sul caso Meridbulloni di Castellammare, richiesta al Mise l’apertura di un tavolo di lavoro dedicato'

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

‘Plague’, il secondo singolo i Damiano Davide con Lino Cannavacciuolo

Il singolo anticipa la pubblicazione del suo primo album, atteso per il 29 gennaio 2021, per il roster New Generation di Apogeo Records.

Pubblicato

il

Dal 15 gennaio è disponibile sulle migliori piattaforme di streaming, Plague, il secondo singolo di Damiano Davide che si pregia del suadente violino di Lino Cannavacciuolo.

Il singolo anticipa la pubblicazione del suo primo album, atteso per il 29 gennaio 2021, per il roster New Generation di Apogeo Records.

http://lnkfi.re/Plague

“Plague è un contagio musicale, l’evocazione di una pestilenza che nasce e trae la sua forza da un’unica, singola, nota ribattuta. Si diffonde nell’aria gelida e sottile dell’inverno e non lascia altra scelta che fuggire.

Un pianoforte, un violoncello, un contrabbasso e il violino gitano e suadente di Lino Cannavacciuolo lottano senza tregua contro un male invisibile e impossibile da fermare. Nel ritmo serrante di una rincorsa violenta verso l’immunità, l’unica occasione di salvezza è data da una lunghissima frase del violino capace di fermare il tempo attraverso la memoria di un ricordo lontano”.

Lino Cannavacciuolo

Compositore, pianista e direttore d’orchestra, Damiano Davide ha alle spalle una vita musicale ricca di esperienze. Professionista del teatro musicale e dell’opera lirica, ha coltivato l’interesse anche per la musica tradizionale, il melodramma, il folk anglosassone, il minimalismo e la musica da film. Da menzionare sono le collaborazioni con i Viamedina (musica popolare, world) e La Terza Classe (folk, bluegrass). Recentemente ha intrapreso un’intensa collaborazione con il violinista e compositore Lino Cannavacciuolo.

LEGGI ANCHE  Napoli, rapina una coppia in piazza Garibaldi: arrestato

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/maradona-a-napoli-via-alla-raccolta-fondi-per-realizzare-opera-darte/

Crediti singolo:

Pianoforte : Damiano Davide
Violino: Lino Cannavacciuolo
Violoncello: Davide Maria Viola
Contrabbasso: Rolando Maraviglia
Prodotto da Damiano Davide e Marco Balestrieri

Mixato da Damiano Davide
Masterizzato da Filippo Passamonti al VDSS Recording Studio

Continua a leggere

Le Notizie più lette