. Candidature  e liste, si acuisce la tensione nei partiti tra impresentabili e candidati eccellenti in vista della imminente campagna elettorale. Ormai ci siamo, venerdì 26 aprile e sabato 27 fino alle ore 12 è la dead line per presentare le liste in viste delle elezioni amministrative del 26 maggio. Passando all’analisi delle coalizioni, si registra da un lato la candidatura d Luigi Maglione che grazie alla regia dell’ex sindaco (imputata per voto di scambio con l’aggravante del metodo mafioso), al decano Ferdinando Vozzella,  all’ex sindaco , al plurimo assessore e Consigliere Marco Capparone, con il contributo decisivo dell’assessore Palmentieri vero tessitore, ha portato in dote l’appoggio dei fratelli Marino. In extremis, maglione avrebbe anche raggiunto l’accordo con gli ex consiglieri e , anche loro imputati nel maxi processo per voto di scambio con l’aggravante del metodo mafioso. E proprio nella lista di Pollice, almeno da indiscrezioni tutte da verificare, dovrebbe candidarsi anche un vice questore.  Nel centro destra ormai orfano della lista di Forza Italia lavora a vele spiegate il Francesco Galletta che vede tra le sue liste La Lega di Salvini, Fratelli d’Italia e una terza lista civica. Nel movimento 5 stelle Luca Galiero ormai è il candidato sindaco certificato dal capo del movimento Luigi Di Maio. Nel centro sinistra l’ex Senatore,  nonché sindaco di , ha puntato tutto su due punti fondamentali : esperienza amministrativa, trasparenza e grande rinnovamento delle quattro liste che lo sostengono.  La corsa alle elezioni è solo all’inizio, ma già dalla composizione delle liste, si percepisce che le forze dell’ordine e la Procura avranno molto da fare.

Laura Rosati



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..