Camorra, i pentiti: ‘Il boss Zagaria nascosto per anni nel deposito pasticceria dei Santoro’

Il capo del clan dei Casalesi, Michele Zagaria, nel periodo della latitanza, durata 15 anni, prima dell’arresto avvenuto il 7 dicembre del 2011, ‘in più occasioni si sarebbe nascosto nel deposito sotto la pasticceria della ‘Butterlfly’ a Casapesenna’. Lo affermano diversi collaboratori di giustizia ed è emerso, questa mattina, nel carcere di Secondigliano, nel corso […]

google news

Il capo del clan dei Casalesi, Michele Zagaria, nel periodo della latitanza, durata 15 anni, prima dell’arresto avvenuto il 7 dicembre del 2011, ‘in più occasioni si sarebbe nascosto nel deposito sotto la pasticceria della ‘Butterlfly’ a Casapesenna’. Lo affermano diversi collaboratori di giustizia ed è emerso, questa mattina, nel carcere di Secondigliano, nel corso dell’interrogatorio di Giuseppe Santoro 51 anni di Casapesenna, uno dei titolari di noti punti vendita, nel settore dolciario, arrestato ieri  dalla Squadra Mobile di Caserta   insieme al socio Pasquale Fontana 46 anni di Casapesenna. Alla presenza del suo avvocato, Vittorio Giaquinto, Santoro si è avvalso della facoltà di non rispondere. Secondo le accuse dei pentiti  i due  arrestati  sono gravemente indiziati del delitto di associazione per delinquere di tipo mafioso. Inoltre è emerso che tra gli otto indagati c’è pure il padre di uno dei due arrestati responsabili di intestazione fittizia di beni aggravata dal metodo mafioso, in quanto responsabili di essersi intestati pasticcerie riconducibili, in realtà, al clan.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Giugliano, tradito dall’odore di marijuana in auto: 46enne arrestato dai Carabinieri

A Varcaturo nel corso di controlli i carabinieri hanno arrestato Claudio Capriello, girava in auto con 16 dosi di marijuana

Carcere di Airola: chiedono farmaci non consentiti e al rifiuto aggrediscono compagni in cella

La denuncia del Sappe: situazione complessa e delicata nel Carcere di Airola

A Napoli bimba di 10 mesi intossicata dalla cannabis: è grave

La piccola proveniente da Pomigliano d'arco è ricoverata al Santobono. Aperta un'indagine

Nasce ‘Il Cortile’ per donne vittime di violenza

A Capaccio-Paestum la prima Casa Rifugio

IN PRIMO PIANO

Pubblicita