In occasione delle ”Giornate di Primavera del FAI”, dal 23 al 30 marzo 2019, il Museo Diocesano espone la propria collezione di medaglie pontificie

Dall’inizio del XIV secolo i Pontefici si avvalsero della coniazione di queste medaglie come mezzo di propaganda e celebrazione, tali medaglie vengono  tutt’oggi emesse per  celebrare l’elezione del nuove Pontefice, le cerimonie liturgiche importanti ed annualmente per la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo. Vere e proprie opere d’arte, commissionate solo ai migliori incisori, costituiscono un’importante testimonianza per la ricostruzione delle vicende storiche, monumentali e spirituali di Roma e dei territori pontifici su di esse rappresentati.Il Museo Diocesano ‘San Matteo’ di Salerno possiede una delle più complete raccolte di medaglie pontificie del mondo, con medaglie che vanno dal XV al XX secolo. La collezione è legata prevalentemente alla persona di Raffaele Guariglia (Napoli, 19 febbraio 1889 – Roma, 25 aprile 1970) eminente personaggio politico e diplomatico che  il 25 luglio 1942 donò 382 medaglie pontificie in oro, argento e bronzo al Museo, lascito che nei mesi successivi arricchì con ulteriori medaglie, monete e onorificenze che confluirono in questo inestimabile Medagliere. Altri esemplari furono acquisiti tramite altre donazioni di privati, così da completare la serie cronologica. Un’esposizione temporanea imperdibile che ha per oggetto di uno dei pezzi più importanti della collezione del Museo. In medagliere sarà visitabile nelle date previste tutti i giorni, mercoledì escluso, dalle 9.00 alle 13.00 la mattina, e dalle 15.00 alle 19.00 il pomeriggio.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati