Sabato 9 marzo al di (Via della Repubblica, 173), “”. Scritto da e liberamente ispirato a “Opinioni di un Clown” di H. Böll, vede in scena e che ne ha curato la regia.
Quella di Hans e Maria è una storia d’amore. Sospesa, imperfetta, assoluta. Appartenente a quella razza di amori destinati ad interrompersi e a trovare posto tra le cose che non sono più accadute. Ma le cose non accadute, è inevitabile, ci lasciano dentro segni indelebili.
Così Hans rincorre Maria, le sue tracce lo conducono in una ragnatela di pregiudizi della quale lei stessa è prigioniera consenziente. Hans non ha armi per liberarla, se non la sua dissacrante ironia: è un clown e mettere a nudo i vizi dell’uomo è il suo mestiere.
Lo spettacolo, liberamente ispirato al romanzo di Heinrich Böll Opinioni di un clown, mescola presente e passato di una storia che non avrà mai futuro, e in questo continuo scarto temporale Hans trova ragioni e verità di cui aveva sempre sospettato, ma che ora finalmente vede con chiarezza.
La vita non è che un incastro di attimi, a ognuno di noi il compito di collezionarne quanti più possibile.
La supervisione artistica è di . Assistente alla regia, Santa Verde. Le voci off sono di Giovanni Del Prete e Santa Verde.



Cronache Tv



Altro Rubriche

Ti potrebbe interessare..