Torre del Greco, Federalberghi: “Danno di immagine per l’emergenza rifiuti”

Emergenza rifiuti a Torre del Greco, allarme di Federalberghi: “Danno di immagine per gli imprenditori del turismo”. La drammatica situazione legata all’emergenza rifiuti nella città di Torre del Greco sta assumendo proporzioni sempre meno tollerabili e sempre più preoccupanti. Il presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio, Adelaide Palomba, ha ricevuto in queste settimane numerose sollecitazioni da parte di iscritti e di albergatori che chiedevano anche all’associazione una netta presa di posizione. “Non è nello spirito di questa associazione entrare nel merito di onerose scelte amministrative – scrive il presidente -. Ma è altresì necessario dover ribadire all’amministrazione comunale che la situazione in cui versa la città sta arrecando gravissimi disagi agli albergatori e ai ristoratori e, soprattutto, sta determinando un serio danno d’immagine per un brand, quello di #costadelvesuvio, che stiamo cercando di portare avanti con sacrifici e investimenti. Le strade di accesso alla città, alle attività ricettive e soprattutto al più grande attrattore della nostra area, non spazzate da mesi e le montagne di immondizia, che si ritrovano spesso davanti ai luoghi simbolo di un territorio strategico come Torre del Greco, non sono certo il migliore biglietto da visita per chi vuole fare del turismo un volano di sviluppo e di crescita”. Gli albergatori sostengono che la situazione sta creando problemi e disagi agli imprenditori che continuano ad investire sul territorio. “La presenza di cumuli di rifiuti, spesso posizionati davanti agli ingressi delle nostre attività, è un boomerang clamoroso per chi parla di bellezza del territorio e di futuro turistico – si legge nella nota -. E’ venuto il momento di dare risposte serie e concrete alla città, agli imprenditori che investono con coraggio e che, spesso, vengono lasciati soli davanti a problemi che non possono risolvere”.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati