Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Napoli e Provincia

Pesca nel porto di Torre Annunziata: il Comune approva lo studio di fattibilità tecnico-economico e richiede i finanziamenti

Pubblicato

in



Torre Annunziata. “Programma Operativo Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca 2014-2020”: la giunta municipale approva lo studio di fattibilità tecnico-economico per l’adeguamento delle aree destinate all’esercizio di pesca professionale all’interno del , con la richiesta di finanziamenti alla Regione Campania.
L’articolo 43 del Regolamento UE n. 508 del 2014 sostiene investimenti volti a migliorare le infrastrutture dei porti di pesca, della sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco e dei ripari di pesca, incluse quelle risorse destinate a strutture per la raccolta di scarti e rifiuti marini.
«L’obiettivo degli interventi previsti – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Ammendola – è quello di incentivare l’adeguamento delle infrastrutture per favorire una maggiore competitività della filiera ittica e ridurre l’impatto ambientale. A tale scopo, le linee guida del “Programma Operativo Feamp Campania 2014-2020”, approvate con delibera di giunta regionale nel luglio del 2017, prevedono l’implementazione di interventi ordinari mediante la realizzazione e/o l’adeguamento dei servizi minimi per il settore della pesca e dell’acquacultura, da realizzarsi in tutti i porti. In tale ottica, il comune di Torre Annunziata – prosegue – lo scorso 26 luglio ha manifestato alla Regione il proprio interesse per l’attuazione di interventi in questo ambito, redigendo, grazie al lavoro svolto dall’Ufficio Tecnico guidato dall’ing. Nunzio Ariano, uno studio di fattibilità tecnico-economico. Il costo complessivo dell’intervento – conclude Ammendola – è preventivato in 280 mila euro».

Continua a leggere
Pubblicità

Afragola

Rapina una donna ad Afragola con un complice: arrestato

Ieri mattina gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Mura di Piombo ad Acerra sono stati avvicinati da una donna che ha raccontato di essere stata rapinata della sua auto da due uomini a bordo di un veicolo.

Pubblicato

in

rapina donna afragola

Ieri mattina gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Mura di Piombo ad Acerra sono stati avvicinati da una donna che ha raccontato di essere stata rapinata della sua auto da due uomini a bordo di un veicolo.

I poliziotti, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, con il supporto degli agenti del Commissariato di Acerra, hanno intercettato l’auto in via Molino Vecchio dove i rapinatori, alla loro vista, hanno accelerato la marcia effettuando manovre pericolose per guadagnare la fuga.

Gli agenti hanno inseguito e raggiunto l’auto nel rione Salicelle ad Afragola bloccando il passeggero mentre il conducente è riuscito a dileguarsi; inoltre, hanno rinvenuto nell’abitacolo diversi attrezzi atti allo scasso.
Massimo Caliendo, 42enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per rapina impropria mentre l’auto è stata sottoposta a sequestro poiché priva di copertura assicurativa.

Continua a leggere

Le Notizie più lette