. La calcistica, e non solo, piange la morte della giovane promessa del calcio locale Andrea Gismondi di 17 anni. Il cuore dell’attaccante della Sanseverinese si è fermato ieri pomeriggio dopo cinque giorni di agonia nel reparto rianimazione dell’ospedale Ruggi di . Andrea era rimasto vittima di un incidente stradale lunedì scorso nelle zona di Fratte mentre andava a scuola. Era in sella al suo scooter quando si era scontrato contro un’auto e nonostante indossasse il casco era rimasto ferito gravemente. Nelle ultime ore si era scatenata una campagna social in suo soccorso con la Salernitana in prima linea per invocare la richiesta di donazioni di sangue. Purtroppo ieri il suo cuore si è fermato. Andrea Gismondi, studente di Liceo Scientifico e tesserato per la Sanseverinese dopo le esperienze con Atletico Granata e Rappresentativa Giovanissimi, era una promessa del calcio salernitano: dopo le esperienze in società del nord Italia, militava nella Sanseverinese calcio, nel girone C del campionato di Promozione, con il ruolo di attaccante. Oggi sui campi di calcio dei campionati dilettanti della Campania sarà osservato un minuto di silenzio in suo ricordo. Sui social in tanti ricordano un ragazzo educato e responsabile oltre che un bravo calciatore.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..