Domenica in famiglia. A Villa Gervasio un evento di solidarietà con Manuela Arcuri

SULLO STESSO ARGOMENTO

Villa Gervasio a Bacoli (NA) ha aperto i suoi spazi alla solidarietà e all’arte, con l’evento “Domenica in Famiglia. Solidarietà, Arte, Danza, Musica”, organizzato a sostegno dell’associazione La Nostra Famiglia Onlus, curato nella direzione artistica da Alessio Menna e presentato da Serena Albano. Madrina dell’evento, l’attrice Manuela Arcuri. Tra donazioni spontanee e risultato dell’asta, in cui sono stati battuti piatti disegnati in esclusiva dall’interior designer Pietro Del Vaglio e dai bambini dell’associazione, sono stati devoluti 4.200 euro, con cui si contribuirà all’acquisto di attrezzature. Una domenica che ha accolto in un luogo incantevole, curato nel restyling da Pietro Del Vaglio, 150 ospiti, a cui Mariano, Mena, Filomena e Gianni Iacuaniello, proprietari di Villa Gervasio, hanno offerto l’opportunità di conoscere e sostenere un’associazione che opera sul territorio, occupandosi di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione funzionale di bambini e ragazzi in condizioni cliniche che impongono disabilità complessa in ambito fisico e psichico. Con 28 sedi in tutta Italia, in Campania, La Nostra Famiglia Onlus ha la sua sede a Villa Ricciardi (Cava dei Tirreni), donata dalla famiglia Ricciardi e diretta dalla dottoressa Carmen Chiaramonte. “Viviamo tutti i giorni questa villa con amore e ospitiamo eventi che parlano d’amore – raccontano Mariano, Mena, Filomena e Gianni Iacuaniello –. Siamo molto giovani e pensiamo che piccole azioni quotidiane possano rendere migliore il mondo in cui viviamo. Pietro Del Vaglio, che ha curato il restyling di Villa Gervasio, ci ha parlato della Nostra Famiglia Onlus, della sua attività e delle necessità di sostegno. Abbiamo deciso di dedicargli un evento per sostenere concretamente l’associazione”.
Prima del pranzo, offerto da Villa Gervasio, gli ospiti hanno assistito a “Paths”, lo spettacolo di musica e danza ideato e curato dalla coreografa Alessandra Celentano, che ha portato in scena il pianista Luca Longobardo e i ballerini Amilcar e Virginia Tomarchio, e hanno visitato gli spazi di Villa Gervasio, che domina i Campi Flegrei, luogo reso immortale dall’Eneide di Virgilio. Qui il panorama racchiude in un’unica prospettiva il Golfo di Pozzuoli, Napoli, con il famoso profilo del Vesuvio, Bacoli, con il Castello Aragonese e la Casina Vanvitelliana.
“Tema fondamentale del concept progettuale è la storia mixata con la contemporaneità – spiega Pietro Del Vaglio –. E il cuore di Villa Gervasio è un’antica cisterna romana restaurata e trattata come un tradizionale calidarium, inserendo nel pavimento uno specchio d’acqua, che custodisce la riproduzione di un frammento di pavimento in mosaico delle ville imperiali che si trovano nel fondo marino a largo di Baia, la famosa città sommersa”.
Per sostenere La Nostra Famiglia Onlus, oltre l’evento:
– bonifico bancario su conto corrente intestato ad Associazione “la Nostra Famiglia” presso Banca Popolare di Sondrio, filiale di Lecco, iban IT 86 B 0569 62290 0000003936X96.
– versamento sul c.c.p. 16940223 intestato ad Associazione “la Nostra Famiglia” – Ponte Lambro (CO).






LEGGI ANCHE

Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

"Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE