Sono stati sgomberati i familiari dei napoletani scomparsi in Messico che stamattina avevano occupato i binari della stazione centrale a piazza Garibaldi. Scontri e momenti di tensione con la polizia che, dopo aver cercato la mediazione, e’ intervenuta trascinando via con la forza i manifestanti. Una occupante e’ stata fermata e portata in questura. Gli agenti sono intervenuti anche per portare via il fratello di uno dei ragazzi scomparsi che, in segno di protesta, si era sdraiato sui binari infilandosi sotto un treno fermo. “Non dovete aggredirci ma aiutarci, questa e’ una protesta pacifica”, hanno urlato, rivolgendosi agli agenti, i parenti di Raffaele e Antonio Russo e Vincenzo Cimmino, i tre ragazzi scomparsi in Messico il 31 gennaio in circostanze non ancora accertate. Intanto, una delegazione di cinque persone partecipera’ a un incontro con il prefetto di Napoli, Carmela Pagano, perche’ solleciti un intervento del Viminale appellandosi anche alle istituzioni messicane.  Daniele Russo, figlio di Raffaele e fratello di Antonio, due dei tre napoletani scomparsi in Messico, dopo essere rimasto una mezz’ora sotto un ‘freccia rossa’ fermo, ha abbandonato la sua protesta. Il convoglio diretto a Milano, da stamattina, a causa di una protesta dei parenti, e’ rimasto bloccato sul binario 20 della stazione centrale di Napoli. Il tutto e’ scattato dopo che le forze dell’ordine hanno rimosso dai binari le donne e le ragazze delle famiglie Russo e Cimmino. Polizia e carabinieri stanno ora accompagnando i parenti dei tre napoletani scomparsi verso l’uscita. Anche la moglie di Raffaele Russo dopo avere discusso con un dirigente della Ps, ha abbandonato la protesta.  Per l’occupazione dei binari nella stazione Napoli Centrale da parte di manifestanti estranei al Gruppo FS Italiane, il traffico ferroviario da e per Napoli e’ fortemente rallentato. I treni regionali, si legge in una nota, con destinazione Napoli Centrale “sono stati fermati nelle stazioni del Nodo”. “Le partenze e gli arrivi dei treni AV sono al momento sospesi, con ripercussioni anche sulle partenze da Roma sia verso Nord sia verso Sud, con deviazioni e limitazioni di percorso a Caserta e Aversa. Altri convogli AV con destinazione Napoli Centrale sono stati fermati a NapoliAfragola mentre quelli con destinazione Salerno hanno saltato la fermata del Capoluogo partenopeo. I treni Intercity stanno effettuando fermata nella stazione sotterranea di Napoli Piazza Garibaldi”, conclude la nota.

Caserta, la Finanza in Municipio per gli atti del secondo dissesto

Notizia Precedente

Napoli, bloccato mentre ruba uno scooter al corso Umberto: albanese in manette

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Cronaca