Caserta. Sarà l’esame autoptico a stabilire con precisione la causa del decesso dei coniugi e ritrovati morti sul divano in cucina nella propria abitazione a Gioia Sannitica. La triste scoperta è stata fatta dalla nipote dei due giovedì mattina. Ogni giorno, come avviene sempre, la ragazza per accertarsi della loro salute si recava a far visita alla coppia anziana. Di fronte alla scena ha immediatamente avvisato i familiari chiamato i medici del 118, vigili del fuoco e carabinieri. I medici non hanno potuto fare altro che costatare il decesso dei due. Secondo una prima ricostruzione operata dai militari dell’arma, i due preferivano dormire in cucina, al piano terra, utilizzando per dormire un divano letto istallato in cucina. Vittorio Pascale, nonostante l’età avanzata, era un accanito fumatore ed è stato proprio il fumo, probabilmente, a dare origine all’innesco di una combustione che ha coinvolto suppellettili e mobili della stanza anche se non si è trattato di un vero e proprio incendio perché nessuno si è accorto di nulla. E sarà quindi l’autopsia a far luce sulla vicenda. L’ipotesi al vaglio degli investigatori è che la combustione del tessuto del divano letto abbia coinvolto anche altri oggetti presenti nella stanza provocando un fumo denso, un fumo denso senza una valvola di sfogo, erano infatti chiuse le finestre.

#EFEFEF; padding-top: 5px;">
LEGGI ANCHE  Incidente sull'A22: muore un 59enne di Caserta, feriti 3 colleghi

Anziani coniugi uccisi dal fumo della sigaretta
di Catello Coppola per Cronache della Campania

ADS



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

    ‘Il luogo dell’incanto’, cinque giorni di musica al Castello dell’Abate

    Notizia precedente

    End Summer Fest 2018. Parte la seconda edizione della rassegna di fine estate a Sant’Antonio Abate

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..