A apre Terrazza Santandrea, il primo Art Restaurant del territorio che applica il concetto alimentare “eat care” con la sala completamente allestita dall’artista contemporaneo Michele Iodice le cui opere compaiono nel film “Napoli Velata” di Ferzan Ozpetek. Il ristorante si trova all’interno del lussuoso Hotel Piccolo Sant’Andrea, con terrazza sul mare, di proprietà della famiglia Sartori.
“Abbiamo basato tutto sull’idea del movimento “Eat care” un nuovo concetto di cucina che svilupperà lo chef Pasquale Ferraioli – spiega Massimiliano Polese, proprietario del locale insieme al socio Paolo Vecchione -. Mangiare con cura e avere cura di ciò che mangiamo. Un concetto che supera la definizione chilometro zero, per tornare alla produzione locale di aziende familiari, almeno alla seconda generazione, per riportare in tavola il cibo genuino, sano e credibile della terra. Tutto ciò all’interno di un ristorante di alto livello che non punta ai volumi, ma al valore”. Nella cucina del Santandrea vige un altro principio etico, quello di dare giusta dimensione al talento delle persone che vi lavorano mettendole in condizione, dopo l’inevitabile gavetta, di avere la propria dignità, visibilità e, durante la settimana, la possibilità di approfondire aspetti di contabilità, gestione e conduzione d’impresa in modo da poter avere tutte quelle componenti, che spesso mancano, per poter iniziare, qualora lo vogliano, un proprio percorso individuale che, senza questi aspetti, potrebbe trasformare un’iniziativa in un problema.



Pubblicità'

Ancelotti: ‘Napoli grande piazza, ripartirò dal lavoro di Sarri’

Notizia Precedente

Musica. Terry Riley e suo figlio Gyan in concerto a Napoli

Prossima Notizia