Crolli al fabbricato dello storico arenile del borgo: il Comune ha interdetto ai bagnanti l’accesso alla spiaggia

PRAIANO – Pericolo di cedimenti e allarme per i bagnanti, immobile chiuso e accesso temporaneamente interdetto a una nota spiaggia di Praiano. Si tratta della Gavitella, località molto conosciuta tra i visitatori della Costa d’Amalfi, ma finita all’attenzione dell’amministrazione comunale a seguito di anomalie strutturali riscontrate nel fabbricato in questione, che hanno fatto temere per l’incolumità di chi dovesse usufruire dello spazio. All’origine della decisione di dichiarare l’immobile off-limits, e dunque di impedire l’ingresso al frequentatissimo arenile, alcuni episodi avvenuti e segnalati nei giorni scorsi, tra cui distacchi di calcinacci da alcuni cornicioni, che hanno sollevato degli interrogativi in merito alla sicurezza. La struttura è concessa agli operatori balneari della spiaggetta. Su di essa è stato pure eseguito un sopralluogo dei Vigili del fuoco, i quali hanno evidenziato distacchi di calcestruzzo dalla trave di appoggio, il che sarebbe dovuto alla carenza di lavori di manutenzione che avrebbero dovuto interessare il fabbricato per prevenire situazioni di questo tipo. Inevitabile, dunque, l’intervento dell’amministrazione praianese, con il sindaco facente funzione, Anna Maria Caso , che ha emesso un’apposita ordinanza, vietando categoricamente l’utilizzo della struttura, ora delimitata e sigillata con del nastro per impedire l’accesso a chiunque.

«Il sindaco facente funzione – si legge nel provvedimento datato 4 settembre – ordina il divieto di utilizzo dell’immobile, dei locali e delle aree in concessione da parte dei concessionari dei box e del terrazzo di copertura e da chi, a qualunque titolo, occupi i locali in questione, nonché da chiunque altro, fatta eccezione per il personale espressamente autorizzato ad effettuare rilievi ed interventi tecnici in condizioni di sicurezza, nelle more delle determinazioni da prendersi nei medesimi concessionari e con gli organi e gli enti competenti, in ordine agli interventi di carattere definitivo da porre in essere».

LEGGI ANCHE  Scoperti altri due cellulari nel carcere di Fuorni nel reparto dei boss
ADS

L’ordinanza è stata emessa dal primo cittadino facente funzione in conseguenza dei controlli eseguiti sulla struttura della spiaggetta e, in particolare, tenendo conto della relazione dell’ufficio tecnico del Comune di Praiano, secondo cui, per l’appunto, si sarebbe resa necessaria la temporanea interdizione del fabbricato, impedendo l’uso dello stesso e l’accesso alle aree limitrofe, per scongiurare qualsiasi rischio. Quest’ultima misura, che comporta proprio il divieto di accesso al noto arenile della Costiera amalfitana, è stata adottata «nelle more di una più specifica valutazione dell’eventuale pericolo di cedimenti che possano determinare nocumento all’incolumità personale di chi utilizza dette aree limitrofe».

Per un po’ dunque, fino a quando non verranno stabilite condizioni minime di sicurezza per bagnanti e visitatori, la spiaggia della resterà chiusa al pubblico. Una decisione ritenuta inevitabile, ma destinata in ogni caso a fare rumore, trattandosi di una tappa tradizionalmente assai gettonata tra chi si reca a durante i mesi estivi. Stesso discorso vale per gli stessi operatori balneari, costretti a loro volta a fermarsi in attesa di messa in sicurezza e riapertura.



Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

    Covid Avellino, positivo a una mostra: decine di persone in isolamento

    Notizia precedente

    Coronavirus: nel Casertano 500 positivi in un mese e mezzo

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..