In pieno giorno approfittando della sorveglianza dinamica ha eluso i controlli di sicurezza e con grande agilita’ ha raggiunto l’estremita’ alta del muro perimetrale del carcere di Bari, nel tentativo successivo di superare le barriere per poi raggiungere i cortili esterni. Protagonista del rocambolesco tentativo di evasione un detenuto di 21 anni che, pero’, e’ rimasto incastrato nel filo spinato non riuscendo a raggiungere l’intercapedine che separa il muro perimetrale del penitenziario barese dagli uffici del provveditorato e dai cortili della casa circondariale. Un agente addetto alla vigilanza esterna accortosi del tentativo di fuga ha immediatamente dato l’allarme predisponendo il presidio dei varchi esterni del carcere. Il detenuto, vistosi braccato, ha desistito da qualsiasi tentativo di fuga e si e’ consegnato agli agenti senza opporre resistenza. Sottoposto a controllo medico, l’uomo non ha riportato ferite o lesioni, ma e’ stato inviato nel reparto di osservazione psichiatrica. La notizia e’ stata resa nota dal Co.s.p, Coordinamento Sindacale Penitenziario.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati