Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Barba e capelli gratis: a Napoli grazie ai parrucchieri volontari

Pubblicato

in




, , shampoo, taglio, messa in piega. E se si vuole, una manicure o una ‘aggiustatina’ alle sopracciglia. Domenica mattina, a partire dalle 9.30, nella chiesa di San Giacomo, a Calvizzano, in provincia di Napoli, ‘armati’ di forbici, pettini, spazzole e asciuga, i parrucchieri dell’Associazione ‘Salvi per un pelo’, accoglieranno in un salone temporaneo chiunque abbia bisogno di un trattamento. Non solo senza fissa dimora, ma anche persone con difficolta’ economiche. L’iniziativa, come spiega Pasquale Penza, presidente dell’Associazione, ha l’obiettivo “di donare un sorriso e un po’ di tempo a chi e’ meno fortunato”. “Non si e’ mai contenti di quel che si ha – racconta – tornavo da un viaggio a Ravenna e pensavo alla vita di tutti i giorni che mi aspettava. Poi la notizia del terremoto ad Amatrice mi fece pensare ai miei colleghi che a quella vita non potevano tornare e mi sono detto che gli altri vanno aiutati, con gesti concreti”. Cosi’, da tre anni, ogni lunedi’, giorno di chiusura dei saloni, l’associazione si dedica a chi ne ha bisogno. “Abbiamo poco tempo libero, ma lo doniamo con piacere a chi ne ha bisogno – sottolinea – Domenica saremo Calvizzano, siamo stati contattati dalla Caritas locale, tutti i lunedi’ ci spostiamo per aiutare le persone, al Binario della solidarieta’, alla Mensa del Carmine maggiore, ai Ponti rossi e in altri posti dove ce n’e’ bisogno”. Penza ha creato una rete attorno all’associazione che oggi coinvolge 12 saloni. Una squadra di volontari che “per passione e beneficenza” si mette a disposizione. “Ci aspettiamo una settantina di persone – dice Penza – porteremo con noi lavabo portatili e tutto cio’ che occorre”. Tra i desiderata di Penza, la realizzazione di corsi di formazione a basso costo per i ragazzi che non possono permettersi una scuola. “Ci piacerebbe poter aiutare chi non puo’ pagare una scuola che ha un costo che si aggira attorno ai 3mila euro l’anno – conclude – Sarebbe bello riuscire a offrire questa opportunita’”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Ruba 50 euro ad un ipovedente a Roma, denunciato 20enne napoletano

Pubblicato

in

accoltella vicino

Roma. Venditori di calzini rubano 50 euro ad un ipovedente: identificato e denunciato uno dei ladri, un 20enne originario di Napoli.

Quando hanno capito che l’uomo che stava passeggiando fra via Tuscolana e via Calpurnio Fiamma era un ipovedente, due ragazzi di origine campana, intenti a vendere i loro articoli in strada, dei calzini, ne hanno approfittato e gli hanno rubato dal portafogli 50 euro. La vittima, tuttavia, si è rivolta immediatamente agli investigatori del commissariato Tuscolano, ed è riuscita a dare una sommaria descrizione dei due, ricorrendo soprattutto al colore dei capi di abbigliamento indossati dai malviventi, tra l’arancio e il rosso e precisando ai poliziotti che sarebbe stato comunque capace di riconoscere il tono della loro voce. E’ partita così la ricerca da parte degli agenti che sono riusciti in breve tempo a fermare uno dei responsabili, individuato grazie al colore rosso della sua felpa. A chiudere poi il cerchio intorno al giovane 20enne, originario di Napoli, le dichiarazioni di alcuni passanti che hanno assistito all’episodio e il riconoscimento, da parte della vittima, del loro timbro della voce. Il giovane è stato quindi denunciato e a suo carico è stato emesso un foglio di via obbligatorio dalla città di Roma della durata di 2 anni.

Continua a leggere

Le Notizie più lette