Ha trovato la forza di denunciare la sessuale subita dal suo datore di lavoro. Si tratta di una giovane ragazza di diciotto anni, impiegata come in un nella zona di . Non era accaduto nulla che potesse far presagire l’epilogo di mercoledì sera all’orario di chiusura dell’esercizio commerciale. La ragazza si è praticamente ritrovata in trappola, rinchiusa nei locali del dove il suo capo avrebbe approfittato di lei con la forza. A nulla sarebbero valsi i tentativi per divincolarsi e allontanarlo.
La giovane, come anticipato da Il Mattino,  è stata accompagnata dai parenti, ai quali ha raccontato l’accaduto, all’ospedale , dove i sanitari hanno attivato le procedure del pronto soccorso ginecologico con consulenze diagnostiche specifiche e, contemporaneamente, l’assistenza dello sportello anti-. E’ stata poi dimessa con un referto di dieci giorni di prognosi a cui dovranno seguire gli esiti dei vari esami effettuati per accertare le possibili violenze subite.
Secondo quanto raccontato ai poliziotti, impegnati nelle indagini, la sarebbe accaduta il 6 marzo al termine di una giornata di lavoro: il proprietario dell’esercizio commerciale avrebbe chiuso dall’interno i locali per approfittare della giovane nel bagno del .
Violenze, mortificazioni, insulti e anche qualche minaccia. Si attende l’esito degli esami cui i medici hanno sottoposto la ragazza, fondamentali per stabilire l’avvenuto .



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..