Seguici sui Social

Cronaca

Cardito. Apre la vettura e ruba una borsa: arrestato

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Cardito. I carabinieri della stazione di Crispano hanno arrestato a Cardito un uomo di 37 anni, domiciliato a Caivano, già noto alle ffoo. Un carabiniere effettivo alla stazione di rocchetta s. antonio (fg) che libero dal servizio stava transitando per via gramsci l’ha notato introdursi nell’abitacolo di una vettura in sosta sulla pubblica via e rubare una borsa: il militare ha rincorso il malfattore ed è riuscito a raggiungerlo e ad immobilizzarlo in collaborazione con colleghi della stazione di Crispano intervenuti a sua richiesta sulla via di fuga a piedi. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla proprietaria. L’arrestato è stato portato ai domiciliari.



Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli: commettono una truffa millantando parentele in Questura, denunciati

Pubblicato

il

Napoli: commettono una truffa millantando parentele in Questura, denunciati.

Venerdì pomeriggio un uomo, interessato all’acquisto di un orologio di pregio, è entrato in contatto online con un potenziale venditore, il quale gli ha dato appuntamento in via Medina, nei pressi della Questura.
Qui si sono presentati due soggetti uno dei quali, per guadagnare la sua fiducia, ha affermato di essere fratello un poliziotto in servizio in Questura e che, dopo aver incassato la somma pattuita di 16.500 euro, si è avvicinato all’ingresso della Questura fingendo di chiedere un’informazione; quindi si è allontanato con il complice che lo attendeva a bordo di uno scooter.

LEGGI ANCHE  Dalla Coca-Cola tablet ai bambini in difficoltà a Marcianise

La vittima, poco dopo, si è accorta di aver acquistato un falso e ha denunciato l’accaduto. Sabato notte, i Falchi della Squadra Mobile, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e alle immagini del sistema di videosorveglianza perimetrale della Questura, hanno rintracciato i truffatori, S.C ed M.N., napoletani di 41 e 29 anni con precedenti di polizia, e li hanno denunciati per truffa aggravata. Inoltre, presso l’abitazione di uno dei due uomini, sono stati sequestrati 4600 euro provento della truffa.

Continua a leggere

Le Notizie più lette