Con questa nuova perturbazione, e con il relativo calo delle temperature, il rischio di contrarre l’ è alto. Per questo i di medicina generale della Fimmg Napoli lanciano un e chiariscono che . Sono infatti in molti a credere che il virus influenzale abbia già fatto il proprio corso nei giorni che hanno preceduto il Natale. . Situazione che comporta, spiegano i di famiglia, almeno due importanti rischi. . La preoccupazione dei di famiglia va crescendo anche perché tutto fa credere che proprio durante le festività, giorni nei quali l’assistenza ospedaliera è sempre messa a dura prova, il numero dei ricoveri possa salire esponenzialmente. . Non si tratta solo di una precauzione volta ad evitare di assorbire tutte le risorse del sistema su casi che in realtà andrebbero curati a casa, il rischio è anche quello che oltre al danno si aggiunga la beffa. Da sempre i di famiglia ricordano ai cittadini che un paziente con il sistema immunitario provato o debole ha più probabilità di contrarre un’infezione o per l’appunto l’influenza restando a lungo in un ambiente ospedaliero. E’ evidente quindi che, se possibile, è bene restare a casa. Sarà proprio il medico di famiglia a dare indicazione contraria se necessario.



Pubblicità'

Napoli, domani in Duomo pranzo con i poveri

Notizia Precedente

Napoli, gli auguri dei bimbi del parco dei Murales a Ponticelli. IL VIDEO

Prossima Notizia