A Coverciano via al corso Allenatore Uefa B, c’è Bonucci

L'inizio della nuova stagione calcistica è alle porte e...

Salerno Letteratura, il programma del 21 giugno

SULLO STESSO ARGOMENTO

La città di Salerno si prepara ad accogliere una serie di eventi letterari e incontri culturali che spaziano dalla narrativa alla filosofia, passando per la politica e la musica. Tra i protagonisti, autori di spicco e figure rilevanti della cultura contemporanea che condivideranno le loro opere e riflessioni con il pubblico.

PUBBLICITA

Sguardi sul Mondo Attuale: Donne ed Economia

Alle 10.30 presso la Camera di Commercio, Silvia Lessona e Adriano Moraglio presenteranno il loro libro “Nel nome delle donne. Sette racconti: quando in azienda la presenza femminile si fa decisiva”. Questo incontro, condotto da Elena Salzano, offrirà una panoramica sulla qualità distintiva che le donne portano nell’economia e nelle imprese. Durante l’evento, verranno raccontate storie di imprenditrici la cui presenza ha avuto un impatto significativo nelle loro aziende.

Il Viaggio di Marguerite Yourcenar

Nel pomeriggio, alle 17 presso l’Archivio di Stato, Eugenio Murrali terrà un seminario dedicato a Marguerite Yourcenar, basato sul suo libro “Marguerite è stata qui”. L’incontro esplorerà le figure e gli eventi che hanno segnato la vita dell’autrice francese.

Filosofia e Teatro Tragico

Alle 18 a Palazzo Fruscione, Valentina Moro discuterà del suo libro “Il teatro della polis. Filosofia dell’agonismo tragico”, offrendo nuove prospettive sulla riflessione politica greca attraverso il teatro di Sofocle. Gennaro Carillo condurrà l’incontro che promette di mettere in discussione le strutture politiche e giuridiche tradizionali.

L’Enigma di Kafka

A seguire, alle 19 presso la chiesa dell’Addolorata, Giorgio Fontana analizzerà l’opera di Franz Kafka nel suo libro “Kafka. Un mondo di verità”. Il dialogo, moderato da Massimo Adinolfi, si concentrerà sulla complessità e la ricchezza dell’opera di Kafka. Letteratura e Magia Alle 19 a Palazzo Fruscione, Roberta Cordani e Luigi M. Mignacco presenteranno “Le Ondine perdute”. L’incontro, condotto da Erminia Pellecchia, offrirà un viaggio tra storia e arte, coinvolgendo figure femminili misteriose e legami familiari.

Lezione sulla Lingua a Venire

Alle 20 nella chiesa dell’Addolorata, Vera Gheno parlerà di “Grammamanti. Immaginare futuri con le parole”. L’incontro, moderato da Elena Morrone, esplorerà il concetto di “grammamanti” in contrapposizione ai “grammarnazi”, promuovendo un amore dinamico e non coercitivo per la lingua.

La Fabbrica delle Ragazze

Alle 20 a Palazzo Fruscione, Ilaria Rossetti discuterà “La fabbrica delle ragazze”, un romanzo ambientato durante la Prima Guerra Mondiale. Marianna Esposito condurrà l’incontro che narrerà le vite delle giovani donne lavoratrici e le sfide del tempo.

Prospettive Filosofiche sui Generi

Alle 19.15 al Duomo, Giulia Sissa presenterà “I generi e la storia”. L’evento, moderato da Gennaro Carillo, esplorerà l’evoluzione dei concetti di sesso e genere, evidenziando un percorso verso nuove identità e esperienze.

Novità per le Scuole: Le Olimpiadi del Metaverso

Un appuntamento dedicato alle scuole avrà luogo sabato 22 giugno 2024 alle ore 11.15, presso l’Archivio di Stato di Salerno. Itaca, la startup leader nello sviluppo di contenuti didattici in Realtà Virtuale, presenterà le prime Olimpiadi del Metaverso. Con la partecipazione di Imma Stizzo e Guido Mammoliti, si esplorerà l’Eduverso, un progetto innovativo riconosciuto a livello internazionale.

Conclusione della Giornata

La giornata si concluderà con vari eventi serali, tra cui l’incontro con Diego De Silva al Duomo, e un DJ set con Irvine Welsh e DJ Fresh al Museo Diocesano, offrendo un’ulteriore occasione di riflessione e divertimento. Questi eventi rappresentano una straordinaria opportunità per immergersi in un fine settimana di cultura, letteratura e dialoghi stimolanti nella splendida cornice di Salerno, arricchendo la comunità con nuove prospettive e ispirazioni.

“Il tema lanciato da Salerno Letteratura è in linea con l’idea dalla quale siamo partiti nel progettare le Olimpiadi del Metaverso: quali sono le domande giuste – spiega Imma Stizzo CEO Itaca – È diventato consequenziale andare alla ricerca delle risposte per sperimentare modelli formativi ed educativi al passo con i tempi. Ed è quello che vogliamo costruire con le scuole organizzando le prime Olimpiadi del Metaverso. In questo contesto gli studenti potranno mettersi in gioco partendo dai saperi e attingendo ai loro talenti”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

facebook

LEGGI ANCHE

googlenews

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA