Napoli, confessione choc della donna che ha ucciso la madre del salumiere tiktoker

Stefania Russolillo, accusata dell'omicidio della 72enne Rosa Gigante, madre...

Napoli, arriva il primo idrante smart a Scampia: a fine anno saranno 150

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, al via la rivoluzione smart per gli idranti antincendio: parte da Scampia, Viale della Resistenza. E’ qui che è stato attivato il primo.

PUBBLICITA

Un traguardo importante che segna l’ingresso del capoluogo campano nell’era della gestione intelligente della rete antincendio, grazie alla collaborazione tra Abc, azienda speciale del Comune per il ciclo idrico integrato, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e il Servizio di Protezione Civile comunale.

L’innovativa tecnologia alla base degli idranti smart si avvale di un’applicazione dedicata in dotazione ai Vigili del Fuoco. Attraverso questa piattaforma, i vigili del fuoco potranno conoscere in tempo reale l’esatta posizione di ogni idrante, verificandone anche la funzionalità.

I dispositivi sono dotati di sensori in grado di rilevare e segnalare tempestivamente via e-mail o SMS eventuali malfunzionamenti, allacci abusivi o utilizzi impropri.

Tutte le informazioni raccolte dai sensori, unite alla posizione GPS e ai dati sugli interventi di manutenzione, saranno centralizzate e facilmente consultabili. Le postazioni Abc e la sala operativa dei Vigili del Fuoco avranno infatti accesso a un software dedicato che permetterà di monitorare l’intera rete in modo efficiente e puntuale.

L’obiettivo ambizioso di Abc è di installare entro la fine dell’anno ben 150 idranti smart sul territorio cittadino, investendo per questo 450mila euro. L’attivazione del primo idrante smart rappresenta il culmine di un lavoro avviato circa un anno fa con la creazione di un tavolo tecnico, a cui hanno partecipato tutti gli attori coinvolti, con l’obiettivo di definire una nuova strategia gestionale per la rete antincendio pubblica di Napoli.

Durante gli incontri del tavolo tecnico, è emersa chiaramente la necessità di dotare la città di un sistema antincendio in grado di geolocalizzare e monitorare costantemente gli idranti. Questi dispositivi, infatti, rappresentano una risorsa fondamentale per l’approvvigionamento delle autobotti dei Vigili del Fuoco in caso di emergenza. Il sistema smart permetterà di indirizzare prontamente le squadre di soccorso verso l’idrante più vicino e funzionante, ottimizzando i tempi di intervento e garantendo un’assistenza più efficiente alla cittadinanza.

L’installazione degli idranti smart e la creazione di una rete cittadina intelligente rappresentano per Abc un passo fondamentale verso la digitalizzazione aziendale. Si tratta di un percorso che mira a promuovere soluzioni innovative in linea con i principi della smart city e a rafforzare la sinergia con gli enti e le istituzioni che operano al servizio di Napoli, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza e la qualità della vita dei cittadini.


googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE