Angri, due sospettati per l’omicidio di Mario Carotenuto

Angri. Ci sono due i sospettati per l'omicidio di...
LO SFOGO

Lazza: La fama è tossica e la creatività non è compresa

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il rapper Lazza si è lasciato andare a un lungo sfogo sui social, condividendo riflessioni e frustrazioni riguardanti la fama e la pressione costante su di lui come artista. “Il mio disco è triste perché la fama è tossica”, ha esordito Lazza nelle sue storie su Instagram, spiegando la sua recente decisione di limitare le interviste.

PUBBLICITA

Limite alle interviste

Ultimamente, Lazza ha deciso di fare poche interviste, e in realtà, non ne ha fatte proprio. “Quasi ogni volta che parlo con qualcuno mi chiedo se mi stia davvero ascoltando o semplicemente cerchi il modo di portarsi a casa un contenuto che faccia parlare”, ha scritto il rapper. Questa ambivalenza nei confronti dei media e delle interviste è un segno evidente del suo disagio verso la superficialità con cui viene trattata la sua musica e la sua persona.

La percezione dell’artista

Lazza ha criticato duramente l’atteggiamento di chi crede che agli artisti sia tutto dovuto. “Detesto il fatto che ci sia qualcuno che pensa che gli sia tutto dovuto. Detesto che nella testa di certa gente noi artisti dovremmo essere sempre felici e disponibili perché facciamo un sacco di soldi e quindi a noi una giornata no non è mai concessa. (Spoiler, i soldi non sono tutto)”. Questo sfogo mette in luce la pressione costante e le aspettative irrealistiche che il pubblico ha verso gli artisti, come se la loro felicità fosse intercambiabile con il successo economico.

Critiche all’evoluzione artistica

Il rapper ha anche affrontato il tema della critica alla sua evoluzione artistica. “Detesto quelli che ‘rinnovati’… ma poi quando fai una cosa nuova non la capiscono e quindi eri meglio prima, sei cambiato, venduto. La realtà è che quelli che dicono così non ci capivano un cazzo prima e non ci capiscono un cazzo oggi,” ha dichiarato Lazza. Questo commento rispecchia il conflitto che molti artisti affrontano quando cercano di innovare il loro lavoro ma si trovano di fronte all’incomprensione del pubblico e dei critici.

Retroscena dell’impegno artistico

Lazza ha voluto anche sottolineare quanto impegno richieda realizzare un’idea, concludendo con una riflessione amara: “Ma d’altronde chi sa fare fa, chi non sa fare insegna. Scusate lo sfogo”. Le parole del rapper non sono passate inosservate nel mondo musicale, trovando sostegno anche da colleghi come Laura Pausini, che ha condiviso su Instagram una storia con un semplice, ma significativo, “Condivido tutto”. Questo supporto dimostra che le frustrazioni di Lazza risuonano con molti artisti che vivono situazioni simili.


CLICCA QUI PER VEDERE ALTRI VIDEO

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE