Ponticelli, l’agguato ad Antonio Meo e l’attacco al clan De Micco

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ponticelli è di nuovo teatro di una guerra di camorra. Dopo mesi di apparente tregua, i clan sono entrati in una nuova fase di fibrillazione, come dimostrano i recenti fatti di sangue.

L’ultimo episodio è l’agguato a Antonio Meo, 51enne ritenuto vicino ai De Micco. Secondo gli investigatori, si tratta di una risposta all’investimento di due giovani vicini al gruppo dell'”isolato 17″. Il ferito è il fratello di Vincenzo ucciso dai killer del clan Sarno 35 anni fa nella famosa strage del bar Sayonara.

La nuova guerra di camorra a Ponticelli vede contrapposti due schieramenti: da un lato i De Micco, alleati dei Mazzarella, dall’altro una coalizione di cinque gruppi: la neonata formazione con base nel Rione De Gasperi, i D’Amico “Fraulella”, i De Luca Bossa, i Cascella e i Minichini.

    L’obiettivo di questa alleanza è ridimensionare il potere dei “Bodo” nel quartiere, riducendone le zone d’influenza. Le tensioni erano già emerse nei mesi scorsi con “stese”, intimidazioni e bombe.

    L’allargamento delle zone d’influenza da parte dei De Micco sarebbe alla base della nuova fase di conflitto. Questa penetrazione non è sfuggita ai nemici della federazione di famiglie di camorra di Ponticelli e San Giovanni a Teduccio, che hanno deciso di reagire.

    Le indagini sono in corso per identificare i responsabili degli ultimi fatti di sangue e per ricostruire la dinamica della nuova guerra di camorra a Ponticelli.

    La situazione nel quartiere è preoccupante e la popolazione è terrorizzata. Le forze dell’ordine stanno monitorando la situazione e sono al lavoro per prevenire ulteriori violenze.



    LIVE NEWS

    San Giuseppe Vesuviano muore 17enne di Terzigno: si è schiantato con lo scooter

    A San Giuseppe Vesuviano muore 17enne di Terzigno:ennesima vittima...
    DALLA HOME

    Rivolta al Beccaria: 70 detenuti minorenni asserragliati in cortile

    Rivolta al Beccaria: detenuti sfasciano le celle, agenti entrano in azione Un pomeriggio di tensione al carcere minorile Beccaria di Milano. Nel tardo pomeriggio di oggi, diverse decine di giovani detenuti si sono asserragliati nel cortile della struttura, dando inizio a una rivolta. La rivolta al Beccaria è scoppiata intorno alle...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE