Dissequestro beni dei Pellini, il Comune di Acerra chiede risarcimento

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il Consiglio comunale di Acerra ha deliberato a favore del risarcimento per il danno ambientale subito a causa della condanna per disastro ambientale degli imprenditori locali, i fratelli Pellini.

La sentenza ha imposto il risarcimento del danno, ma la determinazione dell’entità del danno deve avvenire in sede civile. Tuttavia, il Ministero dell’Ambiente è l’unica parte civile ammessa a esercitare il danno pubblico ambientale.

Azione per il risarcimento del danno ambientale

Il documento approvato dal Consiglio comunale prevede che il sindaco richieda al Ministro dell’Ambiente di attivare azioni per il risarcimento del danno ambientale accertato con sentenza definitiva del 29 dicembre 2017.

    In caso di inattività, si procederà entro 30 giorni con azioni legali. Il sindaco trasmetterà la deliberazione alla Commissione Europea come denuncia di possibile infrazione della direttiva del Parlamento Europeo sulla responsabilità ambientale.

    Il sindaco Tito d’Errico sottolinea l’importanza di fare chiarezza su questa vicenda complessa e l’impegno dell’amministrazione comunale nel perseguire il risarcimento per i danni ambientali subiti, garantendo così un futuro migliore alle generazioni successive.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    A Napoli operazioni di controllo della Polizia Locale

    Gli agenti della Polizia Locale di Napoli Unità Operativa...
    DALLA HOME

    A Napoli operazioni di controllo della Polizia Locale

    Gli agenti della Polizia Locale di Napoli Unità Operativa Avvocata hanno effettuato due distinte operazioni di controllo del territorio. Durante queste operazioni, mirate a garantire ordine e rispetto delle normative, sono stati sanzionati diversi comportamenti irregolari dalle forze dell'ordine. Intervento in via Montesanto In un primo intervento, svoltosi in via Montesanto, gli...

    Napoli, furto al pub Mamma Mia a Secondigliano: ladro ruba il barattolo delle mancece

    Napoli.Un insolito furto al Pub Mamma Mia in Corso Secondigliano: un uomo è entrato nel locale e si è impossessato del barattolo delle mance lasciato dai clienti per i camerieri. Il proprietario ha condiviso sui social media le immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno catturato il momento del furto....

    CRONACA NAPOLI

    TI POTREBBE INTERESSARE