Maduro, presidente del Venezuela: “Maradona assassinato perchè era un ribelle”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Diego Armando Maradona è stato “assassinato” perché rappresentava lo spirito ribelle dell’Argentina. Queste sono le parole del presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, nel suo ultimo podcast.

“Questa è la mia teoria. Lo hanno ucciso per eliminare i simboli dell’Argentina ribelle e favorire l’avanzamento del fascismo”, ha dichiarato il presidente, assicurando che la stessa sorte era stata pianificata per l’ex vice presidente, Cristina Kirchner, vittima di un fallito attentato a settembre 2022.

“Hanno eliminato Diego e volevano eliminare anche Cristina. Stavano cercando di imporre il fascismo, o meglio il sionismo, che è il nuovo fascismo. Volevano cancellare i simboli dell’Argentina autentica. Questa è la mia convinzione”, ha aggiunto Maduro, citando un presunto colloquio con il campione avvenuto dieci giorni prima della sua morte.

“Vieni in Venezuela. Sono preoccupato per te, Diego. Gli ho detto di fare attenzione: ‘ricorda che tu sei la voce della ribellione dei popoli'”, ha ricordato.

Maduro ha poi attaccato il presidente dell’Argentina, Javier Milei, accusandolo di voler guidare una nuova offensiva internazionale e “colpire” il Venezuela con nuove sanzioni.

“Da Caracas, dai quartieri di Caracas, Milei, tu e chiunque altro, riflettete sullo specchio (dell’ex presidente del Brasile, Jair) Bolsonaro, guardatevi nello specchio (dell’ex presidente dell’Argentina, Mauricio) Macri. Chi si mette contro il Venezuela, ci rimette. Sono sicuro che Maradona lo avrebbe messo al suo posto”, ha aggiunto Maduro, convinto che “prima o poi, verrà fuori la verità. L’Argentina di Evita, di Diego e di Nestor Kirchner tornerà”.


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

A Napoli arrestato contrabbandiere con 515 chilogrammi di sigarette contraffatte

A Napoli arrestato contrabbandiere trovato con oltre 500 chilogrammi (515 per l'esattezza) di sigarette contraffatte, recanti noti marchi come Marlboro, Winston e Chesterfield, sono stati sequestrati dal Gruppo Investigativo sulla Criminalità Organizzata (GICO) della Guardia di Finanza di Napoli. Il sequestro è avvenuto a seguito di un pedinamento effettuato su...

A Napoli operazioni di controllo della Polizia Locale

Gli agenti della Polizia Locale di Napoli Unità Operativa Avvocata hanno effettuato due distinte operazioni di controllo del territorio. Durante queste operazioni, mirate a garantire ordine e rispetto delle normative, sono stati sanzionati diversi comportamenti irregolari dalle forze dell'ordine. Intervento in via Montesanto In un primo intervento, svoltosi in via Montesanto, gli...

CRONACA NAPOLI