Imprenditore ucciso, dopo 5 anni di carcere l’imputato viene assolto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un epilogo giudiziario sconcertante: dopo quattro processi e cinque anni di carcere, l’imputato per l’omicidio dell’imprenditore agricolo Pasquale Guarino è stato assolto per mancanza di prove. Il delitto, avvenuto alla luce del sole nel 2015 davanti a diverse persone, resta quindi senza un colpevole.

Il 23 settembre 2015, Guarino fu ucciso nella sua azienda a Santa Maria Capua Vetere  da un rapinatore che, insieme a due complici, tentò di rubargli l’incasso del mercato. L’imprenditore reagì per difendere i suoi dipendenti, ma venne colpito a morte.

Un’assoluzione controversa: l’unico imputato per l’omicidio era il 32enne albanese Argit Turshilla, arrestato nel 2018 e condannato a 22 anni di carcere in primo grado.



    La Corte d’assise di Santa Maria Capua Vetere aveva poi aumentato la pena a 23 anni, ma la Cassazione aveva annullato la sentenza con rinvio. La Corte di Appello di Napoli ha infine assolto Turshilla per mancanza di prove.

    Le ombre del caso: la famiglia di Guarino, costituitasi parte civile nel processo, ha espresso forte rammarico per l’assoluzione. Rimangono infatti molti dubbi sulla dinamica dell’omicidio e sull’identità dei complici di Turshilla.

    Un’indagine bis e possibili sviluppi: il cugino di Turshilla, Roland, 41enne dipendente di Guarino al momento del fatto, è indagato come basista del colpo. Arrestato due volte, è stato scarcerato dal Riesame ma la Procura di Santa Maria Capua Vetere ha riaperto l’indagine. Roland e un altro albanese irreperibile sono gli unici presunti partecipi ai fatti, ma gli esecutori materiali restano senza un nome.

    La speranza di giustizia: la famiglia di Guarino e la Procura di Santa Maria Capua Vetere non si arrendono e attendono le motivazioni della sentenza per decidere se ricorrere in Cassazione. L’obiettivo è ottenere finalmente giustizia per un omicidio che ha sconvolto la comunità.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    La Giunta comunale ha dato il via libera ai lavori di messa in sicurezza di un settore delle gradinate della Curva B inferiore dello stadio Maradona. Questa decisione è stata presa in seguito al riscontro di alcuni avvallamenti dei gradoni, che hanno evidenziato la necessità di interventi urgenti. Il progetto...
    Il Giudice dell'Udienza Preliminare di Salerno ha emesso una condanna di due anni e dieci mesi di reclusione per Salvo Gregorio Mirarchi, 32 anni di Montepaone. Mirarchi è stato ritenuto responsabile delle minacce di morte contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro,...
    Il Barcellona non accetta la sconfitta nel "Clasico" contro il Real Madrid e si prepara a chiedere la ripetizione della partita persa ieri per 3-2. La decisione è stata presa in seguito al controverso gol fantasma di Lamine Yamal, un episodio che potrebbe aver cambiato le sorti del match. Il...
    Il Napoli, tra un risultato deludente e l'altro, ha ripreso oggi nel pomeriggio gli allenamenti presso l'SSCN Konami Training Center di Castel Volturno in preparazione del prossimo match di campionato contro la Roma, in programma domenica allo Stadio Maradona alle 18:00. I giocatori si sono concentrati sul campo 2, iniziando...

    IN PRIMO PIANO