7 indagati per la morte del giovane operaio Giuseppe Borrelli: il macchinario era privo di sistemi di sicurezza

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ salito a 7 il numero delle persone iscritte nel registro degli indagati per la morte di Giuseppe Borrelli, il 26enne operaio di Volla deceduto martedì sera in un tragico incidente sul lavoro nello stabilimento “Laminazione Sottile” di San Marco Evangelista, in provincia di Caserta.

I pubblici ministeri Paola Forno e Luisa Turco della Procura di Santa Maria Capua Vetere hanno iscritto nel registro degli indagati le sette persone in modo che possano nominare propri periti medici e legali in vista dell’autopsia.

Si tratta di Paolo Ruffato, 52enne di Milano; Massimo Moschini, 70 anni di Napoli; Luca Moschini, 64 anni di Napoli; Pietro Moschini, 58 anni di Napoli (si tratta dei veritici dell’azienda); Giuseppe De Simone, 50 anni di Castellammare di Stabia; Oreste Martellossi, 52enne di Palmanova; Emilio Menicucci, 61 anni di Torino.

    Il macchinario in cui Giuseppe ha perso la vita sarebbe sprovvisto dei requisiti di sicurezza: il gip Maria Pasqualina Gaudiano ha convalidato il sequestro disposto d’urgenza dalla Procura.

    L’apparecchiatura si trova nel reparto finitura e, secondo le prime risultanze, sarebbe “sprovvista di sistemi di sicurezza atti ad impedire il contatto con organi in movimento”. Per la Procura, la macchina in cui è morto Giuseppe non sarebbe “conforme ai necessari requisiti di sicurezza” previsti dalla legge.

    Nella giornata di oggi, 15 marzo, è previsto il conferimento dell’incarico per l’autopsia al medico legale Edoardo Mazzini, che la sera della tragedia ha effettuato un sopralluogo nell’area della fabbrica dove è avvenuto il decesso del giovane operaio.

    La morte di Giuseppe Borrelli ha acceso i riflettori sulla sicurezza sul lavoro in Italia. Ancora una volta, un giovane lavoratore ha perso la vita in un incidente che poteva essere evitato. La magistratura sta indagando per accertare le eventuali responsabilità e per fare luce su questa tragedia.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, rissa spiaggia delle Monache. Autobus bloccati per la sosta selvaggia in via Posillipo

    Napoli. Giornata infernale quella trascorsa per cittadini e turisti...
    DALLA HOME

    Gasperini chiude al Napoli: “Sono legato all’Atalanta e lo sarò ancora”

    Gasperini: "Sono legato all'Atalanta e lo sarò ancora. Napoli? Farà una grande squadra". Gian Piero Gasperini ha confermato il suo legame con l'Atalanta dopo la vittoria per 3-0 contro il Torino. Il tecnico, accostato al Napoli nelle ultime settimane, ha ribadito la sua volontà di rimanere a Bergamo. Le parole di...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE