LE DICHIARAZIONI

Juan Jesus: “Il razzismo esiste, bisogna essere forti. E le leggi non vengono rispettate”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il razzismo, un male antico che persiste nel tempo, continua a essere un tema di grande attualità nel mondo dello sport e non solo. Juan Jesus, difensore del Napoli, ha recentemente espresso il suo punto di vista su questa piaga sociale in un video pubblicato dal club partenopeo sui social media.

PUBBLICITA

Nel video, registrato il 15 marzo prima della partita contro l’Inter, Juan Jesus condivide una conversazione con un giovane giocatore delle giovanili del Napoli, Mohamed Seick Mane. Durante l’incontro, il difensore brasiliano discute sul tema del razzismo, sottolineando l’importanza di combatterlo con maggiore determinazione e consapevolezza.

“Il razzismo purtroppo è una situazione che viviamo da tanto tempo”, afferma Juan Jesus nel video. “C’è gente che dice che stiamo migliorando, ma le leggi non vengono rispettate. Noi siamo tutti uguali, bianchi, neri, gialli. Siamo fatti da Dio, per come credo io, abbiamo lo stesso compito, vivere su questa terra, non abbiamo differenze.”

Il difensore del Napoli evidenzia la necessità di una maggiore sensibilizzazione e di leggi più severe per contrastare efficacemente il razzismo. “Dobbiamo ancora crescere, ci sono persone che non hanno ancora consapevolezza che questa cosa può ferire”, continua Juan Jesus. “Abbiamo cuore, anima, cervello. Spero vengano fatte leggi più forti. Bisogna essere comunque forti. Chi fa atti di razzismo ha un cervello piccolo.”

Juan Jesus enfatizza anche l’importanza di una forte autostima e della denuncia degli atti discriminatori. “Dentro di me so di essere perfetto come Dio mi ha fatto, sono qui per il mio sogno di calciatore, bisogna essere consapevoli di se stessi e bisogna sempre dire se uno ha subito un atto di razzismo”, sottolinea il difensore brasiliano. “La gente non può dirti quello che vuole. Cosa dico ai giovani? Dico di essere forti di mente perché il razzismo succede sempre, purtroppo, e non bisogna ascoltare nessuno.”


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!

Per favore inserisci il tuo nome qui

Napoli. L'Assoagenti replica alle accuse di Aurelio De Laurentiis, definendole "dichiarazioni offensive e discriminatorie" e chiedendo al presidente del Napoli di denunciare i procuratori rei di ricatto. "Invitiamo De Laurentiis a denunciare gli autori di questi ricatti, se ne ha le prove", si legge in...

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie

De Laurentiis: “Politica non ferma violenza negli stadi per non perdere voti”. Lo sfogo: “Serie A? Portata avanti da 6-8 squadre, urge riforma”

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto con la sua consueta energia e schiettezza durante un'audizione al Senato, affrontando diverse tematiche critiche della gestione del calcio italiano, dal format dei campionati ai problemi finanziari e alla violenza negli stadi. De Laurentiis ha denunciato la complicità dei governi passati con le tifoserie violente, sottolineando la necessità di un intervento...